Sabato, 15 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
PRECARI

Vertenza Lsu-Lpu in Calabria, accolto ordine del giorno alla Camera

emendamento precari, precari calabria, protesta lsu-lpu, Enza Bruno Bossio, Calabria, Politica
Un momento della protesta dei giorni scorsi

"E' stato accolto oggi dalla Camera dei Deputati, l'ordine del giorno che ho proposto a sostegno della vertenza dei lavoratori ex Lsu-Lpu della Calabria. Si tratta di un primo, parziale segnale, dopo la bocciatura degli emendamenti proposti dal Pd, di cui sono stata prima firmataria, finalizzati al finanziamento di 50 milioni necessari al proseguimento dei contratti a tempo determinato per il 2019 e alla approvazione delle deroghe propedeutiche alla attivazione delle procedure di stabilizzazione per tutti i lavoratori". Lo afferma, in una dichiarazione la deputata del Pd, Enza Bruno Bossio.

"L'annuncio che, da parte della maggioranza di governo, sarà presentato un emendamento in Senato e l'accoglimento dell'ordine del giorno di oggi - prosegue Bruno Bossio - è certamente frutto della mobilitazione delle organizzazioni sindacali e della attenzione che questa vertenza sta avendo da parte del presidente della Regione Calabria Mario Oliverio e da alcuni eletti calabresi appartenenti ad altri gruppi parlamentari".

"Oggi si colgono segnali positivi che non possono non essere accolti con soddisfazione. Tuttavia per quanto mi riguarda ritengo sia necessario mantenere alta l'attenzione da parte dei livelli istituzionali e la mobilitazione da parte dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali, fino a quando i risultati attesi non saranno pienamente raggiunti".

Nuova protesta degli ex Lsu-Lpu a Lamezia, stazione centrale blindata: le immagini

"Il raggiungimento dell'obiettivo della stabilizzazione di questi lavoratori - sostiene ancora la deputata del Pd - non è una rivendicazione assistenzialistica ma la difesa di ben 4500 posti di lavoro e dei sacrosanti diritti maturati dai lavoratori da oltre 20 anni alle dipendenze della P.A.".

Nei giorni scorsi la protesta dei precari si è concentrata soprattutto a Lamezia, raggiungendo anche l'aeroporto. Sindaci e sindacati avevano incontrato il ministro per il Sud Barbara Lezzi che aveva rassicurato dicendo che si sarebbe lavorato per la stabilizzazione. Se non si trovano i fondi necessari dal 1 gennaio questi 4.500 precari saranno senza lavoro.

“Sono particolarmente soddisfatta per l’approvazione da parte della Camera dell’ordine del giorno che ho sottoscritto, insieme ai colleghi di Forza Italia, per il finanziamento di 50 milioni necessari al proseguimento dei contratti per i 4.500 Lpu-Lsu calabresi, e alla approvazione delle deroghe finalizzate alla stabilizzazione dei lavoratori”. E’ quanto afferma la vice capogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia, Wanda Ferro, che annuncia nel contempo la presentazione di un apposito emendamento al Senato da parte di Fdi. “Il passo indietro da parte del Governo - prosegue Wanda Ferro - che aveva tagliato quelle risorse che invece meritano di essere storicizzate, è il frutto della forte e civile mobilitazione che ha unito lavoratori, organizzazioni sindacali, amministratori e parlamentari dei diversi partiti di opposizione. Terremo alta l’attenzione affinché nella legge di bilancio vengano effettivamente inserite le risorse che servono a difendere il lavoro e il pieno ed effettivo completamento dei percorsi di stabilizzazione per chi, ormai da vent’anni, presta la propria preziosa opera all’interno della pubblica amministrazione”.

"Siamo molto soddisfatti per l'accoglimento da parte del Governo del nostro ordine del giorno a sostegno dei lavoratori ex Lsu-Lpu della Calabria". E' quanto affermano, in una nota congiunta, i deputati di Forza Italia Jole Santelli, Roberto Occhiuto, Francesco Cannizzaro, Maria Tripodi, Maurizio D'Ettore. "Si tratta di un impegno preciso ed importante - proseguono i parlamentari azzurri - che seguiremo con molta attenzione affinche' il Governo e la maggioranza tengano fede agli impegni assunti oggi e si proceda rapidamente verso una stabilizzazione definitiva di questi lavoratori e venga sanata una situazione di evidente ingiustizia. La questione dei 4.500 lavoratori ex Lsu - Lpu calabresi, che operano a vario titolo in diversi enti, si trascina da troppo tempo". "Forza Italia - e' scritto nella nota - continuera' a seguire da vicino la vicenda, come ha fatto sino ad ora, affinche' venga posto finalmente rimedio e si proceda rapidamente verso la stabilizzazione di tutti questi lavoratori che attendono da tempo".

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X