Martedì, 01 Dicembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Scott-Rinascita, i soldi del clan Lo Bianco sull’Hotel 501 di Vibo Valentia
L'INCHIESTA

Scott-Rinascita, i soldi del clan Lo Bianco sull’Hotel 501 di Vibo Valentia

di
'ndrangheta, arresti, cosca mancuso, limbadi, scott rinascita, Francesco Barba, Giovanni Giuseppe Mancini, Paolino Lo Bianco, Vincenzo Barba, Catanzaro, Calabria, Cronaca
L'hotel 501 e, dall'alto verso il basso: Francesco Barba, Vincenzo Barba e Paolino Lo Bianco

Ci sono pure la gestione e la vendita all’asta dell’hotel 501 di Vibo Valentia al centro dell’inchiesta denominata in codice “Scott Rinascita”.

Le organizzazioni mafiose hanno prima sostenuto la gestione attraverso i vecchi gestori e nel momento in cui la struttura è andata all’asta hanno cercato di impossessarsene attraverso una società da loro controllata.

Secondo quanto emerge dalle indagini - ricostruisce la Gazzetta del Sud in edicola -, esponenti della cosca Lo Bianco di Vibo, ovvero Francesco Barba, Vincenzo Barba e Paolino Lo Bianco, «al fine di eludere le disposizione di legge in materia prevenzione patrimoniale, trasferivano in maniera fraudolenta, intorno al 2006, un pacchetto azionario dell'hotel 501 a Giovanni Giuseppe Mancini, (coinvolto nell’inchiesta ed a cui viene contestato il reato di riciclaggio) immettendo nelle casse della famiglia Mancini 1.200.000 euro di cui una parte, 300mila euro, della “bacinella” comune della cosca Lo Bianco-Barba».

Boss, politici, imprenditori, professionisti e massoni: tutti i nomi e le foto della maxi retata con 330 arresti

Una vicenda quella legata alla rinomata struttura alberghiera vibonese, in passato punto di riferimento per i grandi dello spettacolo e le più importanti kermesse politiche, attorno alla quale gli appetiti delle cosche non sono mai mancati.

Dalle rivelazioni di Mantella, emerge, infatti, che i soldi della bacinella dei Lo Bianco-Barba vennero affidati a Giovanni Giuseppe Mancini (classe ‘34), proprietario in quel periodo dell'hotel 501, al fine di reimpiegarli e di aiutare il Mancini a risollevare le sorti dell'albergo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook