Martedì, 19 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Il commissario alla sanità Longo: "La Calabria ha bisogno dello Stato urgentemente"
L'INCARICO

Il commissario alla sanità Longo: "La Calabria ha bisogno dello Stato urgentemente"

Guido Longo, Calabria, Politica
Guido Longo

"Nella mia carriera ho sempre affrontato sfide. Ringrazio il governo per la fiducia che mi ha dato. Spero di poterla ripagare". Così il prefetto Guido Nicolò Longo, nominato commissario ad acta per la sanità in Calabria su Rai Radio1 al giornale radio.

"Il mio è un grande atto di amore verso la Calabria e verso il popolo calabrese - ha aggiunto -. Io sono stato in Calabria negli anni '80 per la seconda guerra di 'ndrangheta. Poi sono tornato come questore di Reggio nel 2012, poi come prefetto di Vibo nel 2017. La mia ricetta è lavorare seriamente e occuparmi della popolazione. La popolazione calabrese ha bisogno di noi, urgentemente".

Alla domanda se fosse stato chiamato dal premier Conte, Longo ha risposto: "Sì, mi hanno chiamato sia il presidente del Consiglio che il ministro dell'Interno". Poi un commento su Gino Strada: "È una persona di grandissimo livello, capacissima, che vuole fare del bene al popolo calabrese. Certamente andremo d'accordo, anche se non ci conosciamo".

"Vado in Calabria per cercare di dare qualcosa di concreto al popolo calabrese, perché ci vado con il cuore oltre che con il background professionale che mi porto dietro" ha detto intervenendo telefonicamente nel corso della trasmissione Titolo V su Rai3. La prima cosa da fare? "Devo vedere un po' la situazione in modo reale, si dicono e scrivono tante cose, però le cose poi bisogna guardarle e valutarle direttamente", ha aggiunto il neo commissario Longo che si è definito "uomo delle Istituzioni": "Quando il Governo chiama ho sempre risposto, tra l'altro non ho mai avuto incarichi facili", ha concluso.

Diverse le reazioni positive alla nomina di Longo, come quella del sottosegretario ai Beni e alle attività culturali, Anna Laura Orrico: "La Calabria ha una nuova guida in un settore tanto delicato quanto fondamentale. La salute dei calabresi non dovrà essere più un privilegio, ma un diritto garantito per tutti e a tutti i livelli".

"Rivolgiamo un augurio di buon lavoro al prefetto Guido Longo, nuovo Commissario ad acta per il piano di rientro dal deficit della Sanità, in vista del compito che lo attende, oggettivamente non facile in una realtà complessa come quella della nostra regione". Lo affermano in una nota congiunta i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Calabria Angelo Sposato, Tonino Russo e Santo Biondo. "Sapendo che dovrà presto mettersi all'opera - proseguono - gli chiediamo, per i prossimi giorni, un incontro sul modello che egli intende proporre ai fini del rilancio della Sanità calabrese, un modello che dovrà inevitabilmente essere costruito sulla base delle esigenze delle diverse aree della regione".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook