Giovedì, 09 Aprile 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Corte dei Conti, il procuratore: "In Calabria servono misure per favorire l'economia legale"
CATANZARO

Corte dei Conti, il procuratore: "In Calabria servono misure per favorire l'economia legale"

corte dei conti, Calabria, Politica
Corte dei conti

"La magistratura contabile opera in una realtà quale è quella italiana e in modo ancora più specifico quella calabrese, contraddistinta dalla permanenza di rilevanti fattori di criticità che caratterizzano la situazione economica e che certamente influiscono su alcuni fenomeni che si riscontrano diffusamente in quest'area del Paese". È quanto si legge nella relazione del procuratore regionale facente funzioni della Corte dei Conti, Giovanni Di Pietro, per l'inaugurazione dell'anno giudiziario della magistratura contabile in Calabria.

"Il difficile contesto socio-economico e la diffusione di pratiche e condotte che non risultano conformi ai principi e alle norme contabili - prosegue Di Pietro - finiscono per aggravare la situazione di crisi di questo territorio regionale. Questa situazione, che trova conferma anche nelle indagini della magistratura ordinaria, richiede, nell'interesse della comunità amministrata, un impegno totale per fornire le necessarie risposte in grado di soddisfare le attese della popolazione, ovvero di coloro che operano nel rispetto della legge e delle regole e che hanno l'aspettativa di non vedere frustrata la propria azione e la propria opera".

Nella relazione si evidenzia poi che "gli interventi volti ad arrestare le condotte illecite, anche grazie all'azione della magistratura contabile, possono favorire non solo la repressione di questi fenomeni, ma contestualmente dare una risposta alla parte sana della società, che, se incoraggiata e tutelata, potrà intraprendere quelle auspicate iniziative, con il sostegno indispensabile di tutte le istituzioni, in grado di favorire la crescita dell'economia legale. L'auspicio - scrive infine il procuratore contabile Di Pietro - che si esprime è quello di riuscire a svolgere la nostra azione rafforzando il coordinamento con le forze di polizia e con le altre magistrature, al fine di perseguire risultati e obiettivi che, unendo le rispettive forze, potranno essere sempre più ambiziosi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook