Giovedì, 21 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
CONSIGLIO REGIONALE

Calabria, doppia preferenza di genere: lo spettro dei franchi tiratori agita i fautori del testo

di
donne in Consiglio, doppia preferenza di genere, franchi tiratori, Antonio Scalzo, Ennio Morrone, Flora Sculco, Giovanni Arruzzolo, Orlandino Greco, Vincenzo Pasqua, Calabria, Politica
La sede del Consiglio regionale della Calabria

È a forte rischio l'approvazione della legge della regione Calabria sulla doppia preferenza di genere. Lo spettro dei franchi tiratori agita i fautori del testo, prima firmataria Flora Sculco, finalizzato a favorire l'ingresso di più donne in Consiglio regionale. Già, perché proprio nelle ore che precedono l'attesa riunione a Palazzo Campanella sono state presentate altre due proposte alternative in tema di preferenza di genere.

Teoricamente il dato potrebbe dare forza a chi sostiene che la massima assemblea elettiva calabrese sia pronta a recepire le linee guida delle legge nazionale sul tema, approvata dal Parlamento nel 2016. In realtà l'attivismo è la spia dell'ostracismo bipartisan verso un provvedimento che, così concepito, rischia di togliere spazi preziosi a molti politici eletti nel 2014. I testi alternativi - il primo presentato da Orlandino Greco e Giovanni Arruzzolo; l'altro da Ennio Morrone, Vincenzo Pasqua e Antonio Scalzo - potrebbero rappresentare infatti un espediente per dilatare i tempi della modifica alla legge elettorale.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook