Lunedì, 20 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo
I DATI

Crisi dell'edilizia, a Reggio numeri da incubo: salari in calo del 60%

di

La crisi dell'edilizia non ha più freni. È da anni che il settore precipita e anche quest'anno si avvia a chiudersi con dei record negativi. Li illustra il sindacalista della Filca Cisl Nino Botta: "Negli ultimi 10 anni il monte salari del settore edile è sceso to di 45 milioni di euro per un calo che è di oltre il 60%. Gli operai sono diminuiti di circa cinquemila unità per un calo del 57%. Dati inquietanti che però potevano e possono essere ribaltati basti pensare che il valore delle opere pubbliche attivabili nel territorio reggino ammonta ad oltre 2 miliardi di euro".

Cifre che fanno venire i brividi. Botta le spiega con un ragionamento semplice: "Si è giunti a questo punto perché la regola principale delle imprese che operano nel settore edile in città è una sola: non averne"

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook