Domenica, 17 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Covid, Gimbe: in Calabria meno casi ma si rischia la "zona gialla". Superata la soglia dei ricoveri
CORONAVIRUS

Covid, Gimbe: in Calabria meno casi ma si rischia la "zona gialla". Superata la soglia dei ricoveri

In Calabria nella settimana 8-14 settembre si registra una performance in miglioramento per i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti (257) e si evidenzia una diminuzione dei nuovi casi (-14,8%) rispetto alla settimana precedente. E' quanto rileva la Fondazione Gimbe nel monitoraggio settimanale sul Covid che segnala il superamento della soglia di saturazione per quanto concerne posti letto in area medica e in terapia intensiva occupati da pazienti Covid-19Elemento, questo, che potrebbe preludere al passaggio della regione in zona gialla.

La popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari 62,4% (media Italia 68%) a cui aggiungere un ulteriore 5% (media Italia 6,1%) solo con prima dose. Tra le fasce della popolazione, gli over 50 anni che non hanno ricevuto nessuna dose di vaccino sono il 17% (media Italia 11,1%) mentre quelli tra i 12 e 19 anni nella stessa condizione sono il 41,1% (media Italia 33,7%); L'elenco dei nuovi casi dell'ultima settimana suddivisi per provincia vede in testa Reggio di Calabria con 121, Crotone 110, Cosenza 82, Vibo Valentia 28 e Catanzaro 26.

Ospedale Cosenza "pronto per la zona gialla"

 «Sappiamo che ci servono percorsi separati, posti letto e personale: siamo pronti a gestire la situazione». Lo dice all’AGI Angelo Barbato, direttore sanitario dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza, in relazione alla possibilità che per la Calabria sia decretata la «zona gialla». «Sappiamo che le ospedalizzazioni riguardano ormai il 90 percento di pazienti non vaccinati, - ha aggiunto Barbato - e quindi siamo convinti che con l’avanzare delle vaccinazioni quello che abbiamo visto nella terza ondata non si ripeterà. Per quanto riguarda le terapie intensive, siamo messi abbastanza bene - dice ancora il direttore sanitario - e la situazione è sotto controllo, ma i dubbiosi devono comprendere che l’unica prevenzione reale è la vaccinazione».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook