Venerdì, 07 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca 'Ndrangheta: si pente il boss Nicolino Grande Aracri, detenuto al 41 bis
CUTRO

'Ndrangheta: si pente il boss Nicolino Grande Aracri, detenuto al 41 bis

Calabria, Cronaca
Nicolino Grande Aracri

Il boss Nicolino Grande Aracri vuole collaborare con la giustizia. Alcuni giorni fa dal carcere di Opera in cui si trovava detenuto ha chiesto e ottenuto di poter incontrare i magistrati della Dda di Catanzaro guidati dal procuratore Nicola Gratteri. Il boss di Cutro, secondo quanto si è appreso, ha già rilasciato un primo verbale illustrativo. Siamo ancora ai primissimi passi. Gli inquirenti dell’Antimafia stanno valutando le prime dichiarazioni del mammasantissima, è necessario vagliare la piena adesione del capobastone alla scelta della collaborazione.

Bisogna escludere che la mossa di Grande Aracri possa essere solo una strategia. La notizia potrebbe segnare un passo decisivo nella lotta alla ‘ndrangheta. Il boss Mano di Gomma è detenuto al 41 bis e condannato al fine pena mai per una lunga serie di omicidi. Dalla sua tavernetta a Cutro sarebbe riuscito a tenere le redini di un’organizzazione infiltrata in varie regioni del Nord Italia e all’estero. Nicolino Grande Aracri sarebbe riuscito a conquistare il pieno controllo dei territori di Crotone e Catanzaro. La sua collaborazione potrebbe squarciare il velo su i suoi rapporti con il mondo della politica e dell’imprenditoria non solo calabrese.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook