Venerdì, 04 Dicembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Corruzione al tribunale di Catanzaro, Petrini scagiona giudici e avvocati
INCHIESTA "GENESI"

Corruzione al tribunale di Catanzaro, Petrini scagiona giudici e avvocati

di

Marco Petrini, l'ex presidente di sezione della Corte d'Appello di Catanzaro arrestato per corruzione in atti giudiziari nell'ambito dell'inchiesta “Genesi”, torna a parlare. Ieri infatti nel processo con rito abbreviato, che lo vede alla sbarra assieme all'avvocato Francesco Saraco e al medico in pensione Emilio Santoro, il magistrato ha chiesto e ottenuto di fare spontanee dichiarazioni.

C'era attesa per le possibili dichiarazioni del giudice che ora si trova agli arresti domiciliari. Petrini infatti, che subito dopo l'arresto aveva deciso di collaborare con i pm della Dda di Salerno, il 17 aprile scorso si era ripresentato davanti agli inquirenti ritrattando le accuse nei confronti di magistrati, avvocati e politici che aveva fatto mettere a verbale nei due interrogatori svolti a febbraio.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Messina.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook