Venerdì, 13 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
HA 61 ANNI

Per anni al manicomio di Girifalco ma non era malato: la triste storia di Pino alle Iene

Rinchiuso in manicomio all'età di 9 anni ma senza essere malato di mente. E' la storia paradossale di Giuseppe "Pino" Astuto, un uomo di 61 anni che è stato rinchiuso da bambino nel manicomio di Girifalco che è stata raccontata alla trasmissione di Italia Uno "Le Iene".

Nel 1967 Pino aveva 9 anni e viene mandato dalla sua mamma a comprare il pane. Ma lui aveva fame, la sua era una famiglia povera, e così quella pagnotta non arriverà mai a casa ma la mangerà strada facendo. Temendo di essere picchiato a casa, torna indietro per rubare un'altra pagnotta ma rimane chiuso dentro il negozio. Lì dentro assaggerà di tutto: carne, formaggio, castagne e si addormenta. Verrà ritrovato la mattina dopo dai carabinieri accompagnati dalla madre. Lì inizia l'incubo: verrà ricoverato con la seguente diagnosi: “Carenza affettiva, ricoverato per ragioni umanitarie”.

Starà così insieme a malati psichiatrici gravi e medici. Il racconto di Pino è di disperazione: “Mi hanno spogliato nudo e con una scopa lunga di due metri mi hanno spinto sotto la doccia. Erano schifati”, racconta Pino alla Iena. Senza scarpe per 7 anni, senza cibo per 20 giorni, in condizioni disumani e trattato da malato.

Rimarrà lì per tutta l'infanzia fino a quando nel 1978 la legge Basaglia chiude i manicomi e lo "salva". Anche se la vita fuori dall'ospedale per lui disabituato a stare nella società non sarà facile.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook