Venerdì, 18 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo

Omicidio Bagalà a Gioia Tauro, Brandimarte condannato a 30 anni

di
condanna Brandimarte, omicidio bagalà, Alfonso Brandimarte, Davide Gentile, Francesco Bagalà, Giuseppe “Nuccio” Brandimarte, Reggio, Calabria, Cronaca
Francesco Bagalà

C'è il primo condannato per l'omicidio di Francesco Bagalà, il giovane ucciso la notte di Natale del 2012 a Gioia Tauro. Si tratta di Alfonso Brandimarte, condannato a 30 anni di reclusione dal giudice per l'udienza preliminare del tribunale di Reggio Calabria. La sentenza riguarda l'unico imputato che ha scelto di essere giudicato col rito abbreviato, mentre imputati davanti alla Corte d'assise di Palmi per lo stesso delitto sono Giuseppe “Nuccio” Brandimarte e Davide Gentile.

I tre gioiesi sono accusati dell'omicidio compiuto la notte del 25 dicembre 2012, quando un fuori strada aveva affiancato l'auto del giovane Bagalà posteggiato sotto casa e lo aveva ucciso.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook