Martedì, 24 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Omicidio Bagalà a Gioia Tauro, la Procura chiede il giudizio immediato per Gentile e i Brandimarte

Omicidio Bagalà a Gioia Tauro, la Procura chiede il giudizio immediato per Gentile e i Brandimarte

di
brandimarte gentile, gioia tauro, omicidio bagalà, Alfonso Brandimarte, Davide Gentile, Francesco Bagalà, Giuseppe Brandimarte, Reggio, Calabria, Cronaca
Francesco Bagalà

La Procura antimafia di Reggio Calabria ha chiuso le indagini sull’omicidio di Francesco Bagalà, il 22enne ucciso a Gioia Tauro la notte di Natale del 2012. Il sostituto procuratore della Dda Francesco Ponzetta ha chiesto e ottenuto dal giudice per le indagini preliminari l’emissione del decreto di giudizio immediato per i tre imputati nel procedimento.

La richiesta dal pm, in sostanza, è di saltare l’udienza preliminare per andare direttamente a processo perché ritiene di avere prove più che sufficienti per affrontare il dibattimento. I legali, dal momento della ricezione del decreto, avranno a disposizione 15 giorni per decidere se fare il dibattimento o optare per l’abbreviato. Alla sbarra, accusati in concorso di omicidio aggravato dalle modalità mafiose, ci sono i gioiesi Alfonso Brandimarte, difeso dagli avvocati Domenico Ascrizzi e Valerio Spigarelli, Giuseppe Brandimarte detto Nuccio, avvocati Alfredo Gaito e Giancarlo Pittelli e Davide Gentile, difeso da Guido Contestabile e Nico D’Ascola. Gli arresti risalgono a sei mesi fa.

Leggi l’articolo completo su Gazzetta del Sud – edizione Reggio in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook