Venerdì, 20 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
ANTIMAFIA

'Ndrangheta, in Calabria cresce il numero di presidi di Libera

di

Nuovi presidi e una diffusione più capillare sul territorio: la presenza di “Libera” in Calabria è cresciuta in quantità e qualità negli ultimi tempi. L'associazione contro le mafie ideata da don Luigi Ciotti registra la nascita di sue strutture operative a Cosenza, Corigliano Rossano, Cassano Sibari, Palmi e nell'Alto Tirreno cosentino.

La stagione dell'espansione e dell'entusiasmo partecipativo è legata all'azione svolta dal coordinatore regionale, don Ennio Stamile, già parroco di Cetraro, che è stato rieletto all'unanimità alla guida calabrese di “Libera” proprio per i meriti acquisiti sul campo.

Il sacerdote che si sta decicando anima e corpo all'antimafia, mostra di avere le idee chiare su come articolare l'azione dell'associazione nelle cinque province dove la presenza della 'ndrangheta appare condizionante sia rispetto alla politica che all'economia.

Il servizio completo sulla Gazzetta del Sud in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook