Venerdì, 24 Maggio 2019
stampa
Dimensione testo
LA FESTA

Ingerenze sull'Affruntata di Sant'Onofrio, forze dell'ordine in piazza

di

L'Affruntata di Sant'Onofrio è tornata sotto i riflettori dei carabinieri che il giorno di Pasqua hanno seguito il tradizionale appuntamento in maniera scrupolosa, passando ai “raggi x” l'intera manifestazione.

Militari della stazione, alcuni di loro anche in abiti civili, sono stati dislocati nei punti strategici della piazza principale del paese, senza mai perdere di vista i movimenti delle statue che venivano portate a spalla da persone i cui nominativi una settimana prima erano stati estratti a sorte dai componenti della congrega della Madonna del Rosario.

Obiettivo degli inquirenti quello di accertare se nella schiera dei portantini, protagonisti assoluti della secolare Affruntata, erano presenti soggetti vicini alla criminalità organizzata oppure solo persone dalla specchiata moralità e dalla indiscutibile devozione. I controlli dei carabinieri della stazione di Sant'Onofrio sotto le direttive del comandante Domenico Fazzari sono scattati sulla base della lista che la Congrega aveva messo a disposizione della Prefettura e della Questura di Vibo Valentia.

Una manifestazione, come riporta la Gazzetta del Sud in edicola, che negli anni, sulla base di accurate indagini svolte dalla Distrettuale antimafia di Catanzaro, era divenuta l'occasione per pregiudicati e affiliati alle cosche della 'ndrangheta pronti a mostrare la loro forza alle comunità locali.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook