Sabato, 16 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio 'Ndrangheta: pm Dolci, pestaggi in piazza senza ritegno
MILANO

'Ndrangheta: pm Dolci, pestaggi in piazza senza ritegno

'ndrangheta, dolci, milano, seregno, Calabria, Archivio
'Ndrangheta: pm Dolci, pestaggi in piazza senza ritegno

La mafia non è silente. Non lo è al sud e nemmeno al nord. È così poco silente che nella piazza centrale di Cantù ci sono pestaggi, violenze e soprusi della 'ndrangheta senza alcun ritegno". A parlare è il pm Alessandra Dolci della procura di Milano nel corso della conferenza stampa per la conclusione dell'inchiesta che ha portato a 24 arresti per infiltrazioni della 'ndrangheta nel mondo dell'imprenditoria e della politica in Lombardia. Gli arresti coinvolgono le province di Monza, Milano, Pavia, Como e Reggio Calabria. "C'è un episodio piccolo ma eloquente - ha continuato il magistrato alla presenza del procuratore Ilda Boccassini e al nuovo comandante provinciale dei carabinieri di Milano, Luca De Marchis - Il titolare di un bar, dopo l'ennesima consumazione non pagata da parte di esponenti di una famiglia 'ndranghetista, si è presentato nel loro locale per lamentarsi. La risposta è stata semplice: si sono ripresentati nel suo bar, hanno chiesto un vassoio di bevande e hanno rovesciato tutto per terra. In quel momento l'imprenditore non aveva ancora denunciato ai carabinieri. I militari di Cantù hanno fatto un lungo lavoro per convincere le vittime a denunciare, la paura e l'omertà erano sono un muro difficile da rompere". In relazione alla 'gestione' della 'ndrangheta e di una eventuale separazione della "sezione Lombardia", il pm ha spiegato che "al momento la barra resta saldamente in Calabria".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook