Martedì, 22 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società Coronavirus, medico dello sport calabrese: "Più controlli per la ripresa sicura degli atleti"

Coronavirus, medico dello sport calabrese: "Più controlli per la ripresa sicura degli atleti"

In collegamento per la videochat con Attilio Morabito ci sono i calabresi Tania Giordano e Piergiorgio Melia.

Tania è nata a Belvedere Marittimo (provincia di Cosenza). Ha vissuto a Paola con la mia famiglia fino alla maggiore età. Diplomata presso il liceo classico di Paola. Si trasferisce a Roma per iniziare gli studi presso la facoltà di Medicina e chirurgia di Roma “La Sapienza”, in particolare presso la sede distaccata dell’azienda ospedaliera Sant’Andrea.

Laureata nell’estate del 2017 con 110 e lode, svolge subito come da prassi il tirocinio post-laurea, e si abilita alla professione medica nel febbraio 2018.

Iscritta all’ordine dei medici di Cosenza ed in attesa di tentare il concorso di specializzazione, ha lavorato presso la guardia medica di Cetraro in provincia di Cosenza per alcuni mesi. Inizia poi nel novembre 2018 la specializzazione in medicina dello sport e dell’esercizio fisico presso il policlinico di Tor Vergata di Roma. Attualmente è al secondo anno di formazione specialistica.

Piegiorgio Melia, Melià, alias di un rapper è nato nel 1997 a Soverato (in provincia di Catanzaro). La passione per il rap nasce grazie agli amici più grandi, con cui passava i pomeriggi ad ascoltare l'hip hop americano.

Inizia giovanissimo a scrivere testi e, spinto da un amico, a soli 12 anni entra per la prima volta in uno studio di registrazione.

Nel 2011 inizia a lavorare al suo primo Mixtape, intitolato "Still Suicidal", oggi non più reperibile sul web. Nel frattempo continua a collaborare coi rapper del posto, quali "AtomoG", "91Trip", "Fango", "Nicho Svago", "Vicente Medrano", "Lukas Basiko". Con questi ultimi si dedica alla pubblicazione di una posse track: "Soverato All Stars".

Negli ultimi anni ha pubblicato diversi brani per poi trasferirsi a Milano.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook