Venerdì, 18 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società Coronavirus, calabresi fuori sede raccontano la loro esperienza

Coronavirus, calabresi fuori sede raccontano la loro esperienza

In questa nuova videochat Rosangela Cesareo, 38 anni, nata a Cetraro (Cs), laurea in Scienze Politiche all’Università della Calabria, poi master a Roma in Consigliere Parlamentare dove vive da 11 anni. "Sono mamma di due bambini. Mi occupo di comunicazione e relazioni istituzionali da libera professionista e sono la responsabile delle relazioni istituzionali dell’associazione Italian Digital Revolution".

E ancora, Stefano Sergi, 27 anni, nato a Reggio Calabria dove ha studiato Giurisprudenza presso l’università degli studi Mediterranea di Reggio Calabria. "Dopo la laurea ho preso parte ad un master in materia di relazioni internazionali e tutela dei diritti umani, presso la SIOI, Roma, al termine del quale, ho fatto uno stage alla Missione Permanente dell’Italia presso le Nazioni Unite, New York, della durata di 4 mesi. Una volta rientrato in Italia, ho collaborato con uno studio legale, Toscano-Fattorusso, in Roma, occupandomi per lo più di diritto civile. Da quasi 2 anni ormai lavoro per una società di consulenza, PTSCLAS S.p.a. (Già Gruppo CLAS S.p.a.), specializzata in vari settori. Nella fattispecie mi occupo di gestione di fondi pubblici e comunitari ed al momento presto servizio presso uno dei nostri maggiori clienti, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti".

Poi è la volta di Emanuele Giordano, classe 1980 (40 anni nel mese di novembre), imprenditore e marketing & event manager, nasce a Reggio Calabria dove inizia i propri studi e intraprende la propria professione.

Si laurea in Economia e Commercio a Messina, con una tesi in marketing dei prodotti agroalimentari dal titolo “i prodotti da forno soffici da ricorrenza: il trend del panettone”. Subito dopo la laurea, nel 2005, si specializza a Bolzano come “analista/programmatore per applicazioni gestionali in ambiente SAP” collaborando al progetto Large Account SAP presso la Maison Valentino nella sede di Maglio di Sopra (Valdagno – VI) occupandosi di controllo di gestione. Forte della sua esperienza accademica nella realizzazione della propria tesi di laurea (2005), nel 2008 crea la “Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro”, brand che diventerà storico, grazie all’intuizione che all’epoca non esisteva un evento nazionale dedicato a questo particolare comparto dolciario.

Da allora intrattiene rapporti con realtà italiane di assoluta eccellenza nel settore.

Ad oggi la Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro conta 12 edizioni realizzate tra Roma, Firenze e Milano con due tappe l’anno e con una media di 25.000 visitatori per ciascuna tappa ed è diventato uno degli eventi cult e di riferimento per il settore artigianale di qualità a livello nazionale.

Durante la kermesse è nato anche il contest nazionale “Ambasciatore del Panettone”, primo contest in Italia basato sui voti di una giuria popolare (i visitatori stessi della kermesse) che dal 2016 in poi è stato ripreso da svariate altre organizzazioni in giro per l’Italia.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook