Martedì, 20 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Video Politica Consiglio comunale tra le proteste a Catanzaro, Abramo: "Ripartiamo con spirito costruttivo"

Consiglio comunale tra le proteste a Catanzaro, Abramo: "Ripartiamo con spirito costruttivo"

Si è aperto alla presenza di numerosi manifestanti il Consiglio comunale di Catanzaro, nel corso del quale saranno surrogati i cinque consiglieri di opposizione che hanno rassegnato le dimissioni. La protesta organizzata da Codacons e M5S è partita da piazza Rossi raggiungendo l’aula nella quale diversi manifestanti hanno indossato un naso rosso da clown.

Un gesto per criticare la scelta di far proseguire la consiliatura nonostante le polemiche scoppiate anche a livello nazionale dopo l’inchiesta sulle commissioni consiliari lo scorso 13 dicembre, che ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati di 29 consiglieri su 32.

«Ripartiamo con uno spirito costruttivo - dice il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo - per completare il vastissimo programma che abbiamo. È un'amministrazione che è riuscita a non creare nessun disagio dal punto di vista economico-finanziario ai cittadini».

«Abbiamo adesso - ha spiegato Abramo - una Regione dove ha vinto il centrodestra, aspettiamo che venga finanziato il piano per i parcheggi, ci sono poi pratiche importantissime come la consegna dell’impianto di Alli sul sistema dei rifiuti per completare il ciclo dell’Ato».

Questa buona attività fatta dall’amministrazione comunale - ha sostenuto il sindaco - non vogliamo disperderla solo perchè ci sono stati avvisi di garanzia, questi non significano nulla, significa solo che c'è un’indagine su una vicenda che riguarda le commissioni. Non possiamo portare il Comune al commissariamento. La nostra grande responsabilità è proprio questa: restare al proprio posto, avere la forza di continuare nonostante l’immagine brutta che hanno dato della nostra città. Se per ogni avviso di garanzia ci si dovesse dimettere, credo - ha sostenuto il sindaco - che questa città pagherebbe conseguenze altissime e rischieremmo di perdere importanti finanziamenti, come quello per il porto e Agenda Urbana, e questa città non può permettersi di perderli».

Sul piano politico, Abramo ha parlato della crisi risolta con il varo della nuova Giunta: «Come coalizione - ha evidenziato - abbiamo esaminato alcune questioni politiche e amministrative e abbiamo condiviso che bisogna andare avanti e portare avanti il nostro mandato perchè altrimenti i danni per la città sarebbero stati enormi. Abbiamo adesso - ha rimarcato il sindaco - un centrodestra compatto, nonostante qualcuno pensi il contrario sbagliando, e con grande senso di responsabilità abbiamo recuperato gli equilibri».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook