Sabato, 26 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Video Mondo Coronavirus, dalla Calabria al Connecticut: "Anche qui la nostra routine è stata stravolta"

Coronavirus, dalla Calabria al Connecticut: "Anche qui la nostra routine è stata stravolta"

In collegamento con Attilio Morabito c'è Michela Raimondo, 31 anni, cresciuta a Sant’Onofrio, un paese di poco più di tremila abitanti attaccato a Vibo Valentia. Dopo aver conseguito il diploma di maturità presso il liceo classico Morelli, ha conseguito la laurea in lettere all’università della Calabria nel 2014.

Il mestiere dell’insegnante era un sogno da concretizzare. A settembre 2019, ha deciso di iniziare un’altra avventura fuori Regione. Cuorgnè, paese di montagna della provincia di Torino, al confine con il parco del Sempione, dove svolge il ruolo di insegnante di sostegno. "In questo periodo di emergenza sanitaria dovuta al Covid 19, le porte della scuola sono chiuse, ma gli insegnanti continuiamo a svolgere il loro lavoro con la didattica a distanza. Rimasta a Cuorgnè per evitare il rischio di eventuali contagi e per proteggere e tutelare gli affetti e non solo. Le videochiamate sono frequentissime ma non bastano più ma presto si augura di poter ritornare ad abbracciare i propri cari in Calabria".

Collegata anche Federica Agliano, 31 anni. Nata e cresciuta a Reggio Calabria. Ha conseguito la laurea in Biologia presso l'universita' di Messina e da 3 anni vive in Connecticut (Stati Uniti), dove svolge attività di ricerca nel campo dell'immunologia. "Anche qui la nostra routine è stata stravolta", dice.

E infine Serena Albanese, 32 anni, nata e cresciuta a Taurianova in provincia di Reggio Calabria. Laureata presso l’Università della Calabria, in scienze dell’ educazione nel 2008. Nel 2010, ho conseguito la laurea magistrale in media education e un master in didattica . Nell’ ottobre del 2019, ho accettato un incarico annuale come insegnate di sostegno presso una scuola superiore sita a Cuorgnè un paese del Canavese (Torino). A febbraio si aggiunge una nuova sfida che prende il nove di Covid-19. Dalla festa in maschera alla vita in mascherina é stato un attimo. Sono rimasta qui, per amore della famiglia, del lavoro e della Calabria.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook