Mercoledì, 01 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Video Cultura Al Festival Leggere&Scrivere anche Pietro Grasso: “I giovani non emulino gli eroi negativi”

Al Festival Leggere&Scrivere anche Pietro Grasso: “I giovani non emulino gli eroi negativi”

Tra i protagonisti della prima giornata del Festival Leggere&Scrivere c’è anche l’ex presidente del Senato Pietro Grasso. L’ex magistrato ha presentato il suo libro dialogando di legalità insieme al nostro caposervizio della redazione di Cosenza, Arcangelo Badolati.

Parlando della sua ultima fatica editoriale, “Paolo Borsellino parla ai ragazzi”, Grasso ha ricordato il giudice palermitano: “I ragazzi hanno un’immagine di tristezza di Borsellino che non corrisponde alla realtà. Paolo era una persona gioviale, simpatica e pronta allo scherzo, altruista”.

Grasso e’ a Vibo dove di recente si e’ tornato a sparare nel cuore della movida al termine di una rissa tra giovani appartenenti a delle famiglie coinvolte nella maxi operazione di ‘Ndrangheta Scott-Rinascita. Sollecitato sul tema da Badolati ha risposto: “La violenza genera violenza, bisogna combattere qualsiasi tipo di violenza, combattere lo stereotipo della mafia buona e della mafia cattiva. Le mafie hanno sempre esercitato la violenza e dobbiamo evitare che le baby gang giovanili possano avere come modelli di imitazione questi eroi negativi come il capo dei capi, come Riina. Mi ha impressionato all’indomani della fiction il Capo dei Capi che alcuni giovani avessero ritagli di giornale di Totò Riina come un qualcosa da imitare. Dobbiamo assolutamente invitare i giovani a rifiutare qualsiasi tipo di violenza”.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook