Giovedì, 27 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Lavoratori ex Lsu-Lpu, l'impegno di Occhiuto per un emendamento alla legge di bilancio

Lavoratori ex Lsu-Lpu, l'impegno di Occhiuto per un emendamento alla legge di bilancio

Ha condiviso le ragioni dei precari e ha assunto impegni per far passare in Parlamento emendamenti alla legge di Bilancio per una stabilizzazione definitiva. È il bilancio dell'incontro che il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, ha avuto con i sindacati e lavoratori Lpu della regione che hanno manifestati davanti alla sede della Regione a Catanzaro. «Non e' possibile pensare - la lagnanza dei lavoratori - che si possa lavorare con contratti da fame, e moltissimi lavoratori sono stati stabilizzati con contratti a 18 ore, se non addirittura a 14 o a 15 ore, con stipendi che non superano le 500 euro al mese. Questo perche' gli enti utilizzatori, con bilanci risicati se non in dissesto, non hanno potuto stanziare risorse proprie per figure lavorative necessarie per garantire servizi ai cittadini, facendo ricorso esclusivamente alle risorse stanziate dallo Stato. Non si puo' lavorare per vent'anni con un sussidio in luogo del salario e tremare ad ogni 31 dicembre in attesa del rinnovo della convenzione! Non si puo' essere stabilizzati con un salario inferiore persino al reddito di cittadinanza! Non ci si puo' avvicinare alla pensione con la prospettiva di prendere quella sociale dopo aver lavorato tutta una vita! Tutto cio' non e' accettabile!». E il presidente Occhiuto è stato d'accordo con le lagnanze dei lavoratori. «Uno dei primi atti che ho firmato da presidente della Regione Calabria - ha detto Occhiuto - è quello di portare a 36 ore gli Lsu e Lpu che erano in carico alla Regione li ho portati a 36 ore. Ora sono impegnato a fare in modo che questo diritto sia riconosciuto anche a quelli che lavorano nei Comuni. Sono contento che ci siano anche alcuni sindaci al vostro fianco perché fate un lavoro straordinario nelle amministrazioni comunali. Senza di voi tanti servizi non potrebbero essere erogati. Ho scritto una lettera a tutti i parlamentari per impegnarsi a far approvare un emendamento alla legge di bilancio i quali mi hanno chiamato, sia di destra che di sinistra, dimostrando grande attenzione al problema. Mi è stato chiesto di intervenire presso il ministro del Lavoro, Orlando, per facilitare l'approvazione dell'emendamento che però ha bisogno del pare di più ministeri che io chiamerò per avere un parere favorevole. I parlamentari avranno il mio sostegno. Farò sentire il mio ruolo presso il Governo per risolvere definitivamente questo problema. I miei due obiettivi sono di dare dignità al lavoro precario e mal remunerato che c'è, e quindi sto cercando di andare in questa direzione, e l'altro di creare nuovo lavoro. Fate bene a tenere alta l'attenzione di questo problema e da parte mia c'è tutta la disponibilità per risolverlo».

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook