Giovedì, 09 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Scuole aperte in Calabria, i 12 motivi di Corbelli (Diritti civili) per la chiusura. Protesta al Tar

Scuole aperte in Calabria, i 12 motivi di Corbelli (Diritti civili) per la chiusura. Protesta al Tar

Il documento con le motivazioni di Corbelli è stato depositato dallo stesso leader di Diritti Civili al presidente del Tribunale amministrativo regionale

Il leader del movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, ha protestato questa mattina contro la decisione del Tar di sospendere l'ordinanza del presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì, che aveva chiuso gli istituti scolastici per due settimane. Queste le 12 ragioni che impongono oggi l'immediata chiusura, secondo Corbelli, di tutte le scuole, in Calabria e nel resto del Paese.

  1. - La situazione drammatica in Italia, il Paese europeo oggi più colpito dal virus, con decine di migliaia di contagi e centinaia di morti ogni giorno e con oltre 100mila decessi complessivi e più di 3.100.000 contagiati ad oggi!
  2. - La certezza che la riapertura delle scuole è tra le cause principali dell'impennata dei contagi! Come è avvenuto finanche in Israele, come ha confermato (in tv, a La 7) il responsabile vaccinazione di questo Paese!
  3. - La contagiosa variante inglese, che colpisce i più giovani, bambini e ragazzi, è oramai dominante nel nostro Paese!
  4. - I focolai che si stanno sviluppando nelle scuole, in tutte le regioni italiane! Basta il dato allarmante dell'Emilia Romagna: più 70% di contagi nelle scuole a febbraio! Oltre 6.000 nuovi positivi tra studenti e Prof!
  5. - Il clima invernale che favorisce la diffusione del virus, soprattutto in ambienti chiusi!
  6. - La mancata, impossibile aerazione (continua) delle aule!
  7. - Gli assembramenti che, inevitabilmente, si creano dentro e fuori le scuole!
  8. - Le mascherine che vengono utilizzate (le più diffuse, quelle chirurgiche) potrebbero (secondo alcuni studi) non bastare per proteggere dal contagio!
  9. - La nuova distanza da rispettare. La variante inglese (secondo alcuni esperti) forse infetta oltre 1,5 metri!
  10. - Non esiste oggi nel mondo un vaccino che protegga la fascia di età 0-18 anni!
  11. - La mancata vaccinazione ad oggi del personale scolastico e, di fatto, di quasi tutta la popolazione italiana!
  12. - Il forte, concreto rischio che gli studenti (positivi e asintomatici) possano portare il contagio all'interno delle loro famiglie e viceversa.

Un documento con le ragioni per cui chiudere gli istituti scolastici è stato consegnato dallo stesso Corbelli al presidente del Tar Calabria al termine della protesta.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook