Venerdì, 30 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Vacanze in Calabria, ecco cinque luoghi da "scoprire" FOTO

Vacanze in Calabria, ecco cinque luoghi da "scoprire" FOTO

I giorni dell'estate per eccellenza quelli a cavallo di Ferragosto. Tutti a caccia della giornata da trascorrere con parenti e amici. Un po' di sano relax in vista poi del ritorno sui luoghi di lavoro. In Calabria sono tante le possibilità per poter vivere una vacanza all'insegna del divertimento. Dal mare alla montagna, dalla gita fuori porta, alla visita nei borghi calabresi, al pranzo in agriturismo, fino alla classica scampagnata.

Le località di mare e montagna prese d'assalto dai vacanzieri e dai calabresi: previsto il pienone nei lidi e nei tanti punti che offrono la possibilità di un ristoro al fresco nelle località montane. In vista del Ferragosto vi proponiamo cinque mete per la vostra giornata:

La spiaggia dell'occhiale a Tropea

E' una delle spiagge più belle di Tropea, ma poco frequentata rispetto ad altre (Marina dell'Isola, del Convento) perchè di più difficile accesso. Si arriva nei pressi dell'ospedale di Tropea, ampio parcheggio e poi per arrivare in spiaggia occorre scendere le scale e attraversare un tratto di scogli. Ma arrivati lì ci si immerge in uno spettacolo unico: acqua cristallina, sabbia fine e la possibilità di stare un pò di tempo lontano dalla folla e dal caos.

Il fantabosco a Gambarie

“Il FANTABOSCO, rappresenta un ulteriore step, in  prosecuzione della faggeta del benessere, che mira a porre il giusto utilizzo umano delle risorse ambientali di cui il nostro territorio è  fortemente dotato”, così il sindaco di Santo Stefano in Aspromonte, Francesco Malara nel presentare una delle nuove attrazioni: la nuova area naturalistica a Gambarie, il Fantabosco. Al suo interno, percorsi di trekking, sensoriali, fitness e didattici, per poi passare all’attraversamento del laghetto sulla zattera a funi, per lo più ideato per il benessere delle famiglie e dei bambini.

Il platano di Curinga

E' il Platano più largo e più vecchio d'Italia, il suo tronco è completamente cavo e ha un’apertura larga più di 3 metri. Misurato scientificamente da GTF il 28 gennaio 2021 in treeclimbing. Si trova a Curinga in provincia di Catanzaro, a pochi km dagli svincoli autostradali di Lamezia e Pizzo. Si arriva dalla SS18 e si sale verso Curinga dove vi attende uno spettacolo unico. Lo scorso anno il platano di Curinga ha ottenuto la medaglia d'argento nella speciale classifica del contest European Tree of the Year 2021.

Una capatina in Sila: dal Cupone ai giganti...

Nel cuore della Sila, a pochi km dal centro di Camigliatello e a pochi passi dal lago Cecita ecco il Centro Visite Cupone. Un luogo immerso nel verde in cui il turista ha la possibilità di percorrere lunghe passeggiate nei sentieri scoprendo tante specie di animali. Il centro è gestito dall’Ente Parco Nazionale della Sila e dal Reparto Carabinieri per la Biodiversità di Cosenza. Un viaggio tra animali e piante del parco a tu per tu con la Natura. All'interno anche il museo della Biodiversità. E se si decide di raggiungere la Sila, immancabile nel vostro tour una capatina ai Giganti della Sila: un bosco ultracentenario con oltre 60 esemplari di pini larici e aceri montani piantati nel Seicento dai Baroni Mollo, proprietari del vicino Casino, donato al FAI nel 2016.

Nei borghi della Calabria grecanica

Per chi ama l'avventura, una tappa consigliata è quella che prevede una visita ai borghi della Grecanica in provincia di Reggio Calabria. Da Bova superiore, fino a Gallicianò (il paesino più greco della Calabria dove si può mangiare in locali che prevedono cucina italo-greca), passando per Staiti, Roghudi vecchio e Pietrapennata. Immersi lungo la fiumara dell'Amendolea, scoprirete un pezzo di Calabria davvero unico.

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook