Martedì, 24 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Balenottera senza coda avvistata a Soverato e Brancaleone: le immagini spettacolari

Balenottera senza coda avvistata a Soverato e Brancaleone: le immagini spettacolari

È stata avvistata e filmata una balenottera comune, prima a Soverato e poi verso sud, a circa mezzo miglio dalla costa, nelle acque antistanti il porto di Badolato e a Brancaleone. A comunicarlo è stata Assunta Menniti biologa marina nonché presidente dell’associazione Cesram (Centro studi e ricerca ambiente marino).

“Il grande cetaceo – ha spiegato- ha la pinna caudale (ovvero la coda) mozzata, ferita, già cicatrizzata. L’animale nuotava con il movimento dell’intero corpo, in un modo straordinario nonostante l’evidente disabilità. Il video è stato girato e inviato dal carabiniere di Soverato, Antonio Gaudino al Cesram, poiché sa che ci occupiamo del monitoraggio dei cetacei nel tratto di costa tra Brancaleone e Botricello. La guardia costiera è stata prontamente avvisata come da protocollo. La balenottera comune e’ un misticete del mediterraneo che si nutre filtrando plancton e detiene il record del secondo animale più grande mai esistito sulla terra, subito dopo la balenottera azzurra. Come in tutti i misticeti, le femmine sono più grandi dei maschi. È possibile riconoscerla da lontano grazie al soffio molto alto, stretto e diritto. Per riconoscerla da vicino, è possibile vedere soprattutto uno spicchio di dorso con una pinna falcata ben distinta. Quando si immerge in genere non tira fuori la coda. L’esemplare avvistato però ha fatto emergere la parte posteriore del corpo, atteggiamento dovuto alla totale assenza della coda”.

La Menniti ha rivolto un ringraziamento particolare a Francesco Peluso maresciallo della Guardia Costiera e Saverio Tripodi del Cisom. Inoltre, insieme ai colleghi del gruppo di ricerca “menkab”, ha cercato di ricostruire la storia di questa straordinaria balena, simbolo di forza ed esempio di come una disabilità viene trasformata in forza e coraggio per andare avanti. La balenottera infatti è riuscita a sopravvivere all’incidente, di natura per ora ignota, che l’ha portata a perdere la coda.

“Nelle ultime ore si è attivata una straordinaria rete di condivisione di informazioni e video da tutti i paesi che si affacciano sul Mediterraneo - ha concluso- e, molto probabilmente, l’esemplare avvistato nel mar ionio è Fluker, una balenottera che ha perso la coda circa un anno fa e che è stata filmata nelle acque spagnole e francesi, siriane e proprio qualche giorno fa in Grecia. Continueremo a seguire questa fantastica storia, ispirazione per tutti, segno di come la volontà e la forza di vivere può cambiare le sorti di una vita intera. Ancora una volta, la natura risponde con l’adattamento a incidenti provocati dall’uomo”.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook