Lunedì, 18 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Miss Italia, il “triplete” della calabrese Myriam Melluso

di

Bottino pieno per Myriam Melluso a Jesolo. La candidata reggina a Miss Italia è l'unica a tornare a casa con ben tre riconoscimenti nazionali su 14 assegnati da distinte giurie in tempi diversi: miss Linkem, miss Social e Miss Eleganza.

Tre riconoscimenti arrivati prima, durante e dopo i diversi step di televoto della lunga serata che da 80 candidate ha ridotto a dieci la rosa finale. E fra le dieci bellissime c'era anche Myriam.

Un traguardo concreto che certifica la grande potenzialità non solo estetica della nostra giovanissima ma determinata concittadina e che, al tempo stesso, costituiscono un ottimo trampolino di lancio per chi come lei ambisce a lavorare nel mondo dei “new media”.

Buon viatico a tal fine il premio assegnato senza esitazione dall'esuberante e “molto power” Giulia Salemi (candidata a miss Italia 2014). Lo avevamo anticipato sulle colonne della Gazzetta del Sud qualche giorno prima della finale e dell'assegnazione del premio con uno specifico articolo: Myriam sui social si muove con agilità e ha un'ottima reputazione web.

“Miss Social” infatti è conseguenza non solo dei quasi 6 mila followers del suo account Instagram “of_mairym”, ma anche - come ha spiegato durante la diretta la Salemi che sui social naviga a vele spiegate - della sua capacità di relazionarsi efficacemente e di comunicare sulle diverse piattaforme le emozioni legate al concorso. Conseguenza diretta del premio sarà una collaborazione durante i prossimi mesi con lo staff guidato da Enzo Rimedio, responsabile della comunicazione digitale di Miss Italia, per curare la visibilità del canale di Instagram, gestendo le stories e la tv IG.

Il riconoscimento come “miss Eleganza” assegnato dalla giornalista Silvana Giacobini, è complementare al primo nel senso che dà un ulteriore marchio di qualità alle doti naturali della ragazza che già - ricordiamolo - arrivava a Jesolo con la fascia di “miss Eleganza Calabria”. Un giudizio tecnico emesso da colei che a livello nazionale è oggi conosciuta come la regina del glamour, nonché giornalista ideatrice delle principali riviste di costume italiano. La Giacobini era già un'influencer prima che tale termine fosse conosciuto e abusato dal grande pubblico. Il giudizio di Silvana Giacobini equivale in pratica a una certificazione ISO-9000 dello stile.

I tre premi non devono fare dimenticare, come scritto, il superamento delle tre soglie di sbarramento che a partire dalle 21 hanno ridotto prima a 40, poi a 20 e infine a 10 il numero delle candidate. Selezioni adrenaliniche tra bellissime ragazze in cui le segnalazioni da casa hanno sospinto la nostra candidata fino a un passo dal podio. In ogni ripresa e in ogni passaggio Myriam ha mantenuto la sua classe e il suo fascino, raccogliendo il consenso da casa. Ad applaudirla e sostenerla fra il pubblico del Palainventa c'era l'emozionatissima madre Maria Stella, mentre il resto della famiglia allargata a zii e parenti era “in trincea” a casa impegnata a dare il proprio telecontributo alla causa.

Ancora stordita e contenta a poche ore dalla lunga diretta, la sorella Kety ci ha detto: «Siamo felicissimi. Non vediamo l'ora che torni per poterla riabbracciare. È un bel po' che non l'abbiamo in giro per casa e ci manca molto. Siamo fieri e orgogliosi di tutti i traguardi di Myriam e come famiglia ringraziamo quanti ci hanno supportato e aiutato in questa avventura».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook