Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Salute

Home Foto Salute Tumore al seno, in Calabria tappa di “Frecciarosa: la prevenzione viaggia in treno"

Tumore al seno, in Calabria tappa di “Frecciarosa: la prevenzione viaggia in treno"

Ha fatto tappa in Calabria Frecciarosa, il progetto di prevenzione del tumore al seno promosso dalla Fondazione IncontraDonna con il Gruppo FS Italiane e il patrocinio del Ministero della Salute che prevede per tutto il mese di ottobre visite, consulenze ed ecografie gratuite a bordo dei treni ad Alta velocità, Intercity e Regionali e nei FrecciaLounge di Roma Termini e Milano Centrale.
A bordo dei treni regionali 5556 Cosenza – Reggio Calabria e 5564 Reggio Calabria – Cosenza, con fermate a Castiglione Cosentino, Paola, Amantea, Lamezia Terme Centrale, Vibo Valentia-Pizzo, Rosarno, Gioia Tauro, Palmi, Bagnara, Scilla e Villa San Giovanni, le viaggiatrici hanno potuto ricevere consulti ed è stato distribuito il Vademecum della salute, scaricabile gratuitamente anche sul sito www.incontradonna.it, sulla piattaforma www.frecciarosa.it e sui siti dei partner dell’iniziativa.

Le volontarie di Incontra Donna Cosenza, con la referente Marcella De Luca e il dottore Rosario Scalise, oncologo, hanno sensibilizzato le viaggiatrici che hanno partecipato all’iniziativa sull’importanza della diagnosi precoce nella cura del tumore al seno e sui corretti stili di vita. Alla stazione di Cosenza presente anche il dottore Gianfranco Filippelli commissario dell’Azienda ospedaliera di Cosenza. Tra gli obiettivi dell’iniziativa quello di incentivare la cultura della prevenzione e favorire la diagnosi precoce del tumore alla mammella che, grazie anche ad una maggiore attenzione agli screening, ha visto diminuire la mortalità di quasi il 7% negli ultimi sei anni. Tutto questo, tra l’altro, a pochi giorni dalle nuove raccomandazioni europee sull’implementazione degli screening oncologici e a fronte dei 55mila nuovi casi l’anno con un 88% di sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi. Dati significativi che trovano proprio nella prevenzione e nell’innovazione farmacologica i fattori determinanti.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook