Domenica, 14 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Foto Politica Verso le elezioni. Giusy Versace, dopo l'addio a Forza Italia, passa ad Azione con Calenda

Verso le elezioni. Giusy Versace, dopo l'addio a Forza Italia, passa ad Azione con Calenda

La deputata ex FI Giusy Versace aderisce ad Azione. «Sin dall’inizio della mia esperienza politica ho avuto la consapevolezza che non tutti avrebbero compreso o condiviso la mia scelta, ma avvertivo fortemente l’urgenza di introdurre nel dibattito politico, temi spesso posti in secondo piano, come lo sport, la disabilità, le pari opportunità per donne e giovani», afferma la parlamentare ed atleta paralimpica. «Il mio impegno in Parlamento non è stato esente da critiche, ma mi ha consentito comunque di ottenere con determinazione risultati importanti, che io stessa ritenevo quasi irraggiungibili - prosegue -: ad esempio, il riconoscimento di pari opportunità per gli atleti paralimpici nei gruppi sportivi militari e corpi dello Stato, eliminando una disuguaglianza non più tollerabile. Non mi sono mai fatta scoraggiare dai tanti che sostenevano che si trattava di un obiettivo impossibile dimostrando, dopo un lavoro di confronto e mediazione durato tre anni, che l’obiettivo era solo difficile. Questo risultato evidenzia quanto sia indispensabile impegnarsi in prima persona e dialogare con tutti, cercando sempre una sintesi per il bene comune.

Quella del Governo Draghi è stata un’ulteriore prova a conferma dell’idea che anche forze politiche contrapposte, se guidate da buon senso, possono fare tanto per il bene del Paese ed offrire quelle soluzioni concrete e quegli esempi virtuosi, che da tempo la politica stenta a proporre. La conclusione anticipata di questa legislatura, oltre ad aver innescato un’ulteriore fase di incertezza nel Paese e ad apparire ingiusta verso una personalità autorevole e stimata come Mario Draghi, ha anche bruscamente arrestato l’iter di molti provvedimenti sui quali io stessa stavo lavorando».

«Il disorientamento e la delusione provati in questi giorni sono stati però attenuati dai numerosi messaggi di fiducia e di incoraggiamento che mi sono giunti, da elettori e da persone a me vicine, invitandomi a non mollare ed a proseguire il mio impegno nelle Istituzioni. Si tratta di voci che non posso e non voglio ignorare. E con tutti loro voglio condividere questo pensiero: «Forti sono quelle persone che non smettono mai di mettersi in discussione, che non arretrano dinanzi al rischio, che accettano la più grande di tutte le sfide, quella della adesione incondizionata ai propri valori interiori - continua -. Oggi, proprio il rispetto verso quei valori cattolici, liberali e democratici che hanno sempre guidato i miei passi, mi induce ad ignorare ogni calcolo di tipo opportunistico, e ad affrontare una nuova sfida, consapevole che, come nel 2018, questa potrebbe espormi ad eventuali critiche. Mi rimetto in gioco e raccolgo quindi l’appello lanciatomi qualche giorno fa da Carlo Calenda scegliendo di entrare in Azione per proseguire quell'importante lavoro già avviato in tema di sport, disabilità e pari opportunità, garantendo il mio impegno che rimane immutato nella energia e, soprattutto, nei contenuti»

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook