Domenica, 04 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Foto Politica Come vota la Calabria alle Politiche: meno eletti e collegi “rivoluzionati”

Come vota la Calabria alle Politiche: meno eletti e collegi “rivoluzionati”

di

Chissà quanti di chi quella legge l’ha votata, si sono pentiti di averlo fatto. Già, perché la riforma “taglia parlamentari” rischia di escludere molti tra uscenti e aspiranti al grande salto in Parlamento. Dalla prossima tornata elettorale, tra due mesi, il numero di deputati e senatori eletti in Calabria scenderà da 30 a 19. Il taglio dei rappresentanti coincide con una ridefinizione dei collegi e, dunque, delle strategie politiche in termini di alleanze e costruzione delle coalizioni.

Il lavoro istruttorio compiuto dal governo nei mesi scorsi ha tenuto conto del numero degli abitanti - tra il Pollino e lo Stretto, secondo gli ultimi dati Istat, sono poco più di 1,9 milioni - e di quello dei Comuni (404). Tenendo presenti questi criteri, la Calabria è inclusa in un’unica circoscrizione elettorale comprendente le province di Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia. La legge 51/2019, applicata secondo le modifiche introdotte dalla legge di riforma costituzionale 1/2020, assegna alla circoscrizione 5 collegi uninominali e 8 seggi plurinominali (in un unico collegio regionale) per la Camera , per un totale di 13 seggi. Per il Senato le disposizioni di legge richiamate assegnano alla regione 2 collegi uninominali e 4 seggi plurinominali (sempre in un unico collegio) per un totale di 6 seggi.

Collegi uninominali Camera

Considerando le soglie di popolazione per la definizione dei collegi uninominali Camera e il numero dei residenti nelle unità amministrative della circoscrizione, risulta che la provincia di Catanzaro ha una popolazione sufficiente a definire autonomamente un collegio; la città metropolitana di Reggio Calabria e la provincia di Cosenza hanno una popolazione superiore alla soglia massima ammessa, mentre quelle di Crotone e Vibo Valentia non raggiungono la soglia minima.
Pertanto, si rende necessario definire due collegi inter-provinciali. I 5 collegi della circoscrizione vengono definiti nel modo seguente: il collegio Calabria - U01 comprende la provincia di Crotone e i sistemi locali del versante nord-orientale della provincia di Cosenza: Cassano allo Ionio, Castrovillari, Corigliano-Rossano, Acri, Cariati e San Giovanni in Fiore. Calabria - U02 comprende la parte occidentale della provincia di Cosenza, incluso il capoluogo; Calabria - U03 comprende l’intera provincia di Catanzaro; Calabria - U04 comprende la provincia di Vibo Valentia e la parte nord-occidentale della città metropolitana di Reggio Calabria (Rosarno, inter-provinciale Rc-Vv, Gioia Tauro, Polistena, Taurianova e Oppido Mamertina); il collegio Calabria - U05 comprende la parte restante della Città metropolitana di Reggio Calabria, incluso il capoluogo. Il collegio plurinominale, invece, è unico e assegna 8 seggi.

Collegi uninominali Senato

Per Palazzo Madama, addirittura, i collegi uninominali saranno soltanto due. Considerando le soglie di popolazione per la definizione dei collegi uninominali Senato della Repubblica e il numero di residenti nelle unità amministrative della circoscrizione sono definiti 2 collegi uninominali garantendo l’integrità territoriale di tutte le province e della città metropolitana di Reggio Calabria.
Il collegio Calabria - U01, è dato dall’unione delle province di Cosenza e Crotone; la popolazione di Cosenza rappresenta l’80,7% e quella di Crotone il complementare 19,3%. Calabria - U02 comprende infine le province di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria; la popolazione del collegio è composta per il 33,5% da quella della provincia di Catanzaro, per il 15,1% da quella di Vibo Valentia e per il 51,3% da quella della Città metropolitana di Reggio Calabria. Come per la Camera, il collegio plurinominale che assegna 4 seggi è unico.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook