Lunedì, 30 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Incubo incidenti stradali in Calabria: 3 vittime in 4 giorni accomunate dallo stesso destino

Incubo incidenti stradali in Calabria: 3 vittime in 4 giorni accomunate dallo stesso destino

Carmine Mete Mannella, Franco Cauteruccio e la piccola Valentina. 32 anni il primo, 74 anni il secondo, 10 anni la bambina. Tutti e tre accomunati dal medesimo destino: morti nell'arco di pochi giorni, tra l'1 e il 5 gennaio, vittima di incidenti stradali, tutti e tre travolti da un'auto mentre scendevano, per ragioni diverse, dalle loro autovetture.

Tre morti avvenute in tre province diverse (Vibo, Cosenza e Reggio Calabria), ma accomunate da un unico filo conduttore: avvenute su strade a percorrenza veloce, dove il fattore velocità potrebbe risultare fondamentale.

Tragedia la sera di Capodanno a Serra San Bruno sulla Trasversale

Carmine Mete Mannella è morto la sera di Capodanno: stava viaggiando a bordo della sua auto quando, per un'avaria al motore, si è accostato sulla destra. Siamo sulla Trasversale delle Serre, nei pressi dello svincolo di Spadola non lontano da Serra San Bruno. Il 32enne scende dell'auto per verificare cosa sia accaduto alla sua auto, ma viene travolto da un'auto in transito.

A Rende un 74enne travolto mentre attraversava la strada

La mattina del 4 gennaio a rimanere coinvolto in un altro tragico incidente stradale è il 74enne Franco Cauteruccio, noto autotrasportatore di Praia a Mare. Dalla ricostruzione della dinamica del sinistro è emerso che l'uomo fosse sceso dalla sua auto per andare a fare colazione in un bar che era solito frequentare. Siamo a Rende, zona San Gennaro (Università) sulla SS 107. Cauteruccio attraversa la strada e viene travolto da una Smart.

Il tragico destino della piccola Valentina

Ieri sera il terzo tragico incidente. Stavolta siamo in autostrada nei pressi dello svincolo di Bagnara. La piccola Valentina era in viaggio sull'autostrada, in direzione nord, assieme alla madre e al compagno di lei, tutti residenti a Reggio Calabria. A un certo punto, a causa di un guasto, usciva fumo dal cofano dell’Audi A3 a bordo della quale viaggiano. Non riuscendo ad arrivare alla piazzola e per paura che l’auto prendesse fuoco, quindi, il guidatore è stato costretto a fermarsi nella corsia d’emergenza. Nell’abbandonare il mezzo, la bambina è scesa dal lato sinistro dove, proprio in quel momento, arrivava una Renault Clio guidata da un uomo di 60 anni originario di Oppido Mamertina. L'impatto non ha lasciato scampo alla bambina che è morta sul colpo.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook