Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Il calciomercato della calabresi: come hanno chiuso Crotone, Cosenza, Reggina, Catanzaro e Vibonese
IL BORSINO FINALE

Il calciomercato della calabresi: come hanno chiuso Crotone, Cosenza, Reggina, Catanzaro e Vibonese

Calabria, Sport
Roberto Pierno (Catanzaro)

Mercato ufficialmente chiuso tra i Pro, con le calabresi che hanno cercato di rinforzarsi con l'obiettivo di raggiungere i propri obiettivi stagionali. Ecco il bilancio, squadra per squadra.

CROTONE, C'E' IL SI DI OUNAS SUL GONG: È Adam Ounas il secondo ed ultimo acquisto del Crotone nella sessione invernale di mercato. I pitagorici sono riusciti a battere la concorrenza “last minute” del Nantes, portando in riva allo Jonio l’attaccante francese ma di cittadinanza algerina in prestito dal Napoli fino al 30 giugno. Attacco rinforzato anche dall'arrivo di Samuel Di Carmine dall'Hellas Verona, ma i tifosi pitagorici speravano potesse arrivare anche qualcosa in difesa, la più perforata della Serie A. In uscita il difensore Federico Panza (classe 2001) va in prestito fino al 30 giugno al Biancavilla in D; il centrocampista Francesco Rodio (2001) sempre a titolo temporaneo al Fano (C) e l’attaccante Zak Ruggiero (2001) in prestito alla Pro Sesto 1913.

COSENZA, TANTI ATTACCANTI PER OCCHIUZZI: Si è chiuso senza botti dell’ultima ora il calciomercato del Cosenza. Stefano Trinchera aveva già sbrigato il suo lavoro durante la sessione. Nella giornata di ieri i silani hanno ufficializzato l’arrivo del difensore greco Georgios Antzoulas (prestito con diritto di riscatto) dall’Asteras Tripolis e poi un’operazione minore in uscita, il prestito del Primavera Raffaele Maresca al Bologna. Al direttore sportivo salentino restano invece altre due settimane di tempo per “piazzare” Adrian Petre in Romania, complice una deadline ritardata in quest’ultima nazione (il calciomercato chiuderà soltanto il 15 febbraio). Si è trattata di un’altra finestra impegnativa per Trinchera che, escludendo le operazioni riguardanti la massima espressione giovanile di via degli Stadi, ha concluso 9 trattative, in attesa che si formalizzi la decima. In riva al Crati sono arrivati Tremolada, Trotta, Gerbo, Crecco, Mbakogu e Antzoulas mentre hanno lasciato il gruppo Bruccini, Borrelli e Baez. La fine del calciomercato sposterà inevitabilmente l’attenzione su un altro aspetto, la posizione del diesse, in scadenza di contratto a fine stagione. Le possibilità che possa proseguire la sua avventura cosentina sono ancora tutte da valutare.

LA REGGINA CHIUDE CON UN TRIS: Un affondo vincente, due sorprese e un dietrofront. La Reggina completa il calciomercato invernale con altri tre acquisti, sferrando l’assalto decisivo per Orji Okwonkwo (23): l’ala destra del Bologna alla fine ha detto “si” col prestito fino a giugno. Okwonkwo torna in Italia dopo l’esperienza con i canadesi del Montreal Impact (44 presenze e 10 reti). La sorpresa porta al prestito di un altro giocatore nigeriano, ovvero Michael Kingsley (21): si tratta di un centrocampista centrale, anch’esso del Bologna, che in serie cadetta ha già militato con Perugia e Cremonese. A completare il tris, il prestito di un altro centrocampista centrale, ovvero Luca Chierico (19): figlio d’arte (il padre, Odoacre, romanista negli anni ’80), Chierico jr era da poco approdato al Genoa, dopo l’esperienza con le giovanili della Roma. Fumata nera invece, per Michele Rocca (24): il Foggia non lo ha liberato. In uscita, definito il ritorno al Genoa di Gabriel Charpentier: l’attaccante resta in B, visto che i liguri lo hanno girato all’Ascoli. Nulla da fare, per le cessioni di Daniele Gasparetto e Marco Rossi: il primo alla fine aveva accettato l'Imolese, ma quando ormai non c'erano più i tempi tecnici per chiudere, mentre il secondo ha rifiutato le proposte provenienti dalla Lega Pro. Semaforo verde, per il prestito di Alessandro Farroni alla Juve Stabia. Nikola Vasic tornerà in Svezia, nel mese di marzo. Il Ravenna ha risolto con la Reggina il prestito di Paolo Marchi, il quale chiuderà la stagione a Piacenza. Questo il bilancio finale. Acquisti. Portieri: Nicolas. Difensori: Dalle Mura, Lakicevic. Centrocampisti: Chierico, Crimi, Kingsley. Attaccanti: Edera, Micovschi, Okwonkwo, Montalto, Petrelli. Cessioni. Portieri: Farroni. Difensori: Marchi. Centrocampisti: De Rose, Marcucci, Rolando. Attaccanti: Peli, Mastour, Charpentier, Lafferty.

IL CATANZARO CALA IL POKER: Se ne aspettavano due, sono arrivati in quattro. Il Catanzaro ha chiuso il mercato con un poker di arrivi più l’addio di Urso. Nel primo pomeriggio è stato annunciato il prestito dell’attaccante Grillo dal Cittadella, ma l’affare era fatto da giorni. In serata, poco prima del gong, la sventagliata con un’altra punta, Salvatore Molinaro dalla Lucchese, il centrocampista Samuele Parlati dal Fano nello scambio con Urso, l’esterno destro Roberto Pierno dal Lecce: tutti a titolo definitivo. L’organico è adesso assolutamente al completo per numero e caratteristiche. Il tandem Foresti-Cerri ha chiuso il periodo di riparazione mettendo a segno otto colpi in entrata. I quattro last minute si aggiungono all’ingaggio dell’esterno sinistro Porcino e ai prestiti dei centrali difensivi Scognamillo e Gatti e dell’attaccante Jefferson. Con i saluti firmati da Urso nell’operazione imbastita col Fano per prendere Parlati, le uscite sono state sei, due delle quali in prestito. Prima è toccato al difensore Riggio, passato al Monopoli che ha l’obbligo di riscatto in base alle presenze. Poi al centravanti Di Piazza, tornato al Catania Il suo spazio l’ha preso Jefferson, che ha qualità differenti. Le altre cessioni non hanno fatto strappare i capelli a nessuno: la rinuncia a Evan’s per fine prestito al Crotone è stata bilanciata in positivo dall’arrivo di Porcino, Altobelli a titolo definitivo all’Arezzo e Pinna, che ha seguito l’ex compagno in Toscana: con Martinelli centrale sinistro titolare, il più giovane Gatti sembra meno problematico se non più funzionale.

VIBONESE, NESSUNA RIVOLUZIONI. I COLPI SONO LE CONFERME: Chi si aspettava il super colpo al fotofinish è rimasto deluso. Nell’ultima giornata della sessione invernale di mercato la Vibonese è rimasta alla finestra. L’agognata opportunità delle ultime ore non è arrivata e gli ultimi tentativi per trovare un vice Statella sono caduti nel vuoto. Il direttore sportivo Luigi Condò ci ha provato fino al gong conclusivo. Per tutta la giornata ha tentato di strappare al Bisceglie Sartore e poi ha ripiegato su Filippini della Triestina. L’accordo era stato anche trovato ma oltre il tempo utile al tesseramento. L’ingaggio del ventiseienne esterno sinistro è sfumato in extremis. Nessun arrivo, ma neanche alcuna partenza. Ciò significa che la Vibonese è riuscita a resistere alle sirene che volevano Plescia e Marson lontano da Vibo. Entrambi rimarranno in rossoblù e saranno i due principali rinforzi per Galfano. Il portiere è stato vicinissimo al trasferimento al Brescia ma le due società non hanno trovato l’accordo. Se ne riparlerà più avanti e con calma visto che Marson è legato alla Vibonese da un contratto che scadrà il 30 giugno del 2022. Così il saldo tra arrivi e partenze resta invariato: Fomov dal Grosseto e Murati dal Milan rappresentano le new-entry del calciomercato invernale mentre Montagno Grillo e Prezzabile i due che hanno fatto posto rescindendo i rispettivi contratti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook