Venerdì, 18 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
SERIE C

Il derby promuove la Vibonese, Rende sempre più ultimo

di
rende, serie c, vibonese, Calabria, Sport
Mario Prezioso

Dal Rende al Rende. Sei mesi dopo l’ultima volta la Vibonese torna a vincere in campionato e, ironia della sorte, lo fa ancora nel derby.

Spettacolo e concretezza al “Luigi Razza” dove i rossoblù abbiano la sostanza alla forma capitalizzando la mole di gioco prodotto e facendo finalmente felice Giacomo Modica e con lui anche i più scettici dei tifosi. Traballa invece la panchina di Angelo Andreoli.

Il suo Rende incassa la quarta sconfitta di fila e resta fanalino di coda. Derby ancora amaro e “Luigi Razza” sempre stregato. La Vibonese chiude la pratica già nel primo tempo e nella ripresa cala anche il tris con Bubas, autentico trascinatore e protagonista di una splendida doppietta.

TABELLINO

VIBONESE-RENDE 3-0

MARCATORI Bubas (V) al 15’, Petermann (V) al 25’ p.t., Bubas (V) al 22’ s.t.

VIBONESE (4-3-3) Greco 6,5; Ciotti 6,5, Redolfi 7, Malberti 7; Pugliese 6,5, Petermann 7 (dal 38’ s.t. Raso s.v.), Tumbarello 6,5 (dal 15’ s.t. Rezzi 6); Berardi 6 (dal 14’ s.t. Prezioso 6,5), Bernardotto 6,5 (dal 38’ s.t. Allegretti s.v.), Bubas 7 (dal 38’ s.t. Del Col s.v.). (Mengoni, Quaranta, Maniscalchi, Di Santo, Gualtieri). All. Modica 7

RENDE (3-5-2) Borsellini 6; Ampollini 5, Nossa 5, Bruno 5; Vitofrancesco 5,5 (dal 39’ s.t. Traore s.v.), Rossini 5 (dal 27’ s.t. Morselli 5,5), Loviso 5,5, Collocolo 5,5, Origlio 5,5 (dal 11’ s.t. Soomets 6); Vivacqua 6, Libertazzi 5,5 (dal 11’ s.t. Coly 5,5). (Savelloni, Palermo, Cipolla, Germinio, Blaze, Sibide, Giannotti, Drkusic). All. Andreoli 5

ARBITRO Ricci di Firenze

NOTE Paganti 944, abbonati 414, incasso 4600 euro. Ammoniti Pugliese, Loviso, Petermann, Redolfi. Angoli 2-2

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook