Lunedì, 22 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
SERIE C

La Reggina insegue il miglior piazzamento playoff

di

Antenne sportive orientate verso il “Luigi Razza” di Vibo, dove la Reggina domenica fruirà di un robusto seguito di tifosi. I padroni di casa al di là di una salvezza ormai a portata di mano, non hanno più nulla da chiedere al campionato. Peraltro, sono reduci da una serie di rovesci (due punti in cinque partite) compresi tre kappaò consecutivi.

Per alimentare il sogno del presidente Luca Gallo (che ieri ha ricevuto nello studio romano dell’holding M&G il presidente del parlamento europeo Antonio Tajani donandogli una maglia, presente il senatore reggino Marco Siclari) la Reggina confida quanto meno di non perdere. Poi otterrà i 3 punti a tavolino nell’ultima giornata per l’esclusione del Matera.

Orlandi, tecnico della Vibonese, è un ex. Ha guidato il settore giovanile amaranto fino al ’93-94 (è stato altresì secondo di Nevio Scala). Un bel giorno Lillo Foti lo ha promosso in prima squadra facendolo debuttare contro l’Inter a San Siro (2-0): conquistò la salvezza con una giornata di anticipo. La Reggina adesso sa bene cosa l’aspetta. Agli ordini di Roberto Cevoli la preparazione procede a ritmo serrato.

A quale quota si classificherà la Reggina? In zona playoff, intanto, dopo la promozione in serie B della leader Juve Stabia del reggino Fabio Caserta, sono già qualificate per l’appendice stagionale: Trapani, Catania, Catanzaro (che dovrà recuperare mercoledì 1. maggio il turno casalingo con la Viterbese) e Potenza. A due turni dal traguardo, il regolamento recita che salgono le prime di ogni girone; e che le nove classificate fino alla decima, più la vincente di Coppa Italia, animano i playoff per altre due promozioni fra 28 squadre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook