Mercoledì, 22 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo
SERIE C

La Vibonese attacca Gomis: raccattapalle colpito con una pallonata

Un raccattapalle colpito in faccia da una pallonata volontaria scagliata dal portiere del Siracusa Gomis. E’ quanto denuncia pubblicamente il direttore sportivo della Vibonese Simone Lo Schiavo, espulso insieme al segretario generale Saverio Mancini e al fisioterapista Bruno Tamburro per le proteste scaturite da un episodio che sta facendo discutere. Il raccattapalle colpito è infatti un bimbo di appena dieci anni tesserato nel settore giovanile rossoblù.

“Noi – spiega Lo Schiavo – ci lamentavamo dalla panchina per questo motivo. Sono cose che non dovrebbero accadere su un terreno di gioco perché il calcio è uno sport che non deve essere connotato da queste situazioni che fanno veramente male. In ogni caso continuo a non comprendere la mia espulsione”. Il giudice sportivo lo ha nel frattempo inibito fino al 18 dicembre unitamente al segretario generale Mancini mentre se l'è cavata con un'ammozione Tamburro. L'arbitro, i suoi assistenti e due ispettori della Procura federale presenti a bordo campo non hanno però visto e annotato l'episodio incriminato. Lo stesso Gomis ha chiesto scusa al ragazzo a fine partite e ha anche inviato un messaggio al direttore sportivo Lo Schiavo.

Nel mirino della Vibonese è quindi finito l’arbitro Cascone della sezione Aia di Nocera Inferiore che a stento è riuscito a tenere le redini di una partita spigolosa, contrassegnata da interventi molto duri con un finale particolarmente concitato. Boncaldo e Silvestri sono infatti venuti a contatto proprio al triplice fischio finale generando una rissa subito sedata dall’intervento delle due panchine.
Mimmo Famularo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook