Martedì, 12 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
L'ASSOCIAZIONE

Melito, presentato il “Progetto Debora” ad opera di un gruppo di donne: «Vogliamo impegnarci per il territorio»

l'impegno delle donne, Progetto Debora, Antonella Surfaro, Aurelia Sansotta, Elena Laface, Elisabetta Caridi, Reggio, Calabria, Società
Donne al lavoro

Guarda alle fragilità in genere, a chi vive momenti difficili, ma guarda anche al territorio, davanti al quale si pone come strumento capace di unire risorse umane per dare risposte. “Progetto Debora” è il frutto dell'impegno di un gruppo di donne, pronte a mettersi in gioco, disposte a donare un po' del loro tempo per la collettività. Agendo liberamente, senza compartimenti stagni, puntando al raggiungimento di obiettivi semplici, e tenendo al centro di ogni discorso la persona, con il suo carico di bisogni, di speranze, di aspettative.

L'iniziativa, che conta già sul sostegno di tante figure femminili impegnate nell'Area Grecanica, è stata lanciata nel corso della manifestazione organizzata dall'associazione cristiana “La parola vivente”, in occasione della festa della donna a Melito. Nei locali del centro congressi dell'ex Mercato coperto, intervallate con gli intermezzi proposti dalla scuola di danza Energy, e dalle associazioni “Melito vecchio” e “Polvere di fata”, hanno preso la parola Antonella Surfaro della Commissione pari opportunità della Città metropolitana, Aurelia Sansotta, presidente dell'associazione MondoVerde club, il dirigente scolastico Elena Laface e l'avvocato Elisabetta Caridi, presidente dell'associazione “L'infanzia di Tom”.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook