Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Spot Calabria, Bruni: “Progetto faraonico per promuovere una narrazione che non esiste"
CRITICHE

Spot Calabria, Bruni: “Progetto faraonico per promuovere una narrazione che non esiste"

"La bellezza della Calabria è dentro tutti noi, primi per empatia, accoglienza, una bellezza disarmante”

“Loperazione da 2 milioni e 600 mila euro della Regione Calabria per illuminare la stazione centrale di Milano ha suscitato non poche polemiche. Un progetto faraonico per promuovere la Calabria oltre i confini regionali, 1.300 metri quadri di ghiaccio, un albero di natale da 18 metri con 15.000 luci led tutto targato Calabria Straordinaria”. Nulla di male se non fosse che la narrazione di questa” Calabria non esiste. Ecome neve al sole per rimanere in tema. Dal corto di Muccino alla super pista ghiacciata della Capitale” Milano, un dispendio di risorse pubbliche accompagnate da una miope e ombrata strategia di promozione della nostra terra. In una regione che non riesce a garantire i servizi primari, in cui raccontiamo quotidianamente di ambulanze senza medici, disservizi e fragilità territoriali sarebbe opportuno calibrare come e dove allocare le risorse dei Calabresi. Tornando al turismo: mi aspetterei più una strategia di marketing improntata sullo svantaggio. Proprio cosi, lo svantaggio e la semplicità della nostra meravigliosa Calabria. Vendiamo al mondo le nostre difficoltà che rendono tutto più interessante. Iniziamo a puntare su una Calabria che fa mostra della sua genuinità, della sua semplicità. Diciamo a Milano e al mondo che solo in Calabria è possibile passare le vacanze prendendo il caffè e assaporando odori e profumi unici. Solo in Calabria, dove il tempo si misura in Mò”, si ha la possibilità di lasciare la routine delle grandi metropoli per abbracciare la tranquillità e accoglienza dei calabresi. Non serve vestirsi a festa” nascondendo la polvere sotto il tappetto. Non serve ricoprire le facciate della Stazione Centrale per darsi un tono. La bellezza sorprendete di Mamma Calabria è in noi. Ricordiamocelo più spesso. In un mondo in cui le soft skills sono abilità personali ricercatissime, senza tema di essere smentiti possiamo dire che la nostra regione è la patria di empatia, accoglienza, comunicazione relazionale. Non venite in Calabria se non siete abituati ad una bellezza disarmante. Non venite in una terra che rapisce cuore e mente. Ora che conoscete i rischi, decidete che cosa fare”. Lo scrive in una nota Amalia Bruni, leader dell’opposizione in Consiglio Regionale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook