Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Il governo Meloni concederà una proroga al Decreto Calabria
PER SEI MESI

Il governo Meloni concederà una proroga al Decreto Calabria

di
Atteso per domani in Consiglio dei ministri il provvedimento che consente altri 6 mesi di norme speciali nella sanità

La proroga del Decreto Calabria è vicina. Fonti qualificate confermano che il governo Meloni è intenzionato ad approvare un provvedimento ad hoc che consenta di prolungare gli effetti della legge speciale in tema di sanità, in scadenza il prossimo 10 novembre, per altri sei mesi. Il via libera potrebbe arrivare già nel corso del Consiglio dei ministri in programma per la giornata di domani. Se tutto fosse confermato troverebbe risposta positiva l’appello lanciato in tal senso nei giorni scorsi dal governatore-commissario Roberto Occhiuto. Dovrebbe così essere pure scongiurato il rischio di ritrovarsi con Aziende sanitarie e ospedaliere senza vertici dalla prossima settimana. «Sei mesi ulteriori - aveva messo in chiaro Occhiuto - ci servono per completare il consolidamento della struttura manageriale della sanità che ho costruito in questi mesi e per continuare con le manovre che abbiamo avviato sulle risorse umane, sull’eliminazione del precariato, e con l’opera di ricostruzione della contabilità e del debito. Lo stesso tempo ci serve per chiarire lo scenario economico-finanziario nel quale si muoveranno le Asp e le Ao alla fine del commissariamento, e per farlo entro il 31 dicembre completeremo la circolarizzazione come previsto dalla legge e immediatamente nei mesi successivi ne analizzeremo gli esiti anche con il contributo di altre istituzioni come la Guarda di Finanza».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook