Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Occhiuto: "A Salvini parlerò anche della Statale 106"
IL CONFRONTO

Occhiuto: "A Salvini parlerò anche della Statale 106"

«L'8 di novembre mi vedrò con il ministro Salvini sul tema del Ponte sullo Stretto ma a margine di questo incontro gli parlerò anche della statale 106, un’infrastruttura strategica». Lo ha detto il presidente della Regione Roberto Occhiuto. "Se vogliamo investire nel Mediterraneo dobbiamo incoraggiare il potenziamento infrastrutturale dell’area. E la statale 106 è stata qualificata come un’opera strategica per il Paese nel decreto infrastrutture del Def dove c'era l’impegno a reperire altri tre miliardi di euro. Un impegno però che deve trovare trovare corrispondenza nella legge di bilancio. Proprio in materia di rischio ambientale e sismico c'è la ragione che ha condotto il precedente governo a inserire quest’opera, una strada che si sviluppa tutta sulla parte ionica della Calabria ma che è definita oggi la 'strada della mortè. Convinsi il precedente Governo evidenziando che la Calabria è la regione più sismica d’Europa, d’Italia sicuramente, esposta a rischi per eventi avversi e che qui c'è solo un’autostrada di collegamento, l'A2. Quindi, se si dovesse interrompere l’autostrada del Mediterraneo non ci sarebbe un’altra direttrice». A giudizio del presidente Occhiuto quindi «questo tema va posto anche in ordine alla necessità di consentire ai decisori istituzionali di questi territori di fronteggiare le emergenze non solo mitigando i rischi ma anche costruendo un sistema capace di reagire utilmente alle eventuali emergenze».

La visita di Fitto

«Questa visita è nata in tempi non sospetti, alcuni mesi fa, quando non immaginavamo né le elezioni politiche né che ci fosse questo governo, né tantomeno da componente della Commissione politiche regionali dell’Europarlamento immaginavo di ritrovarmi oggi qui come ministro della politiche di coesione. È una coincidenza particolare. Detto questo, l’obiettivo di questa visita è dare a questa Commissione un’idea delle grandi potenzialità ma anche dei grandi problemi e delle grandi criticità che ci sono in questa regione».

Si è espresso così il ministro per gli Affari europei, Coesione territoriale e il Pnrr Raffaele Fitto, nella Cittadella regionale, per l’avvio della missione della Commissione Regi del Parlamento europeo in Calabria: con Fitto il governatore Roberto Occhiuto e il presidente della Commissione Regi Younous Omarijee. «L’Italia - ha aggiunto Fitto - è la maggiore beneficiaria delle politiche di coesione da parte dell’Unione europea e al tempo stesso una realtà che vive con maggiore difficoltà l’utilizzo di queste risorse. La Calabria è una regione che ha queste potenzialità ma che assume in se anche queste contraddizioni e queste enormi criticità. La Calabria è stata scelta sulla base di un confronto che all’epoca ho messo in campo con il presidente Occhiuto anche per sottolineare lo sforzo importante che il governo regionale e il presidente Occhiuto stanno portando avanti, quindi un’interlocuzione importante, decisiva per la prospettiva futura».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook