Domenica, 03 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Inizia stamattina “l’era Occhiuto”. A Catanzaro la proclamazione
CORTE D'APPELLO

Inizia stamattina “l’era Occhiuto”. A Catanzaro la proclamazione

di
Per le verifiche sui voti delle Regionali sono stati necessari 24 giorni
proclamazione, Roberto Occhiuto, Calabria, Politica
Roberto Occhiuto

Ci sono voluti ventiquattro giorni e il rischio dell’ennesimo pasticcio in salsa calabrese, ma finalmente la nuova “era Occhiuto” alla Regione può avere inizio. La Corte d’Appello di Catanzaro ha fissato per oggi alle 12 la proclamazione del governatore eletto a conclusione della tornata del 3 e 4 ottobre scorsi. Un evento che, per la prima a memoria d’uomo, viene preceduto dalla proclamazione – avvenuta ieri a Reggio – di almeno tre consiglieri. Si era così innescato un piccolo “giallo”, chiuso parzialmente con la comunicazione giunta ieri pomeriggio via mail – ore 17.59 – dallo staff dell’ex capogruppo di Forza Italia alla Camera. Torna una guida eletta Roberto Occhiuto è stato eletto presidente con il 54,46% (431.675 voti), quasi il doppio di Amalia Bruni ferma al 27,68%. Poco più di un anno dopo la tragica scomparsa di Jole Santelli, la Regione torna oggi ufficialmente ad avere una guida eletta, dopo la fase di interregno del facente funzioni Nino Spirlì e quella – ventiquattro giorni appunto – di verifica sui voti prima dell’odierna proclamazione. Venti giorni furono necessari per la proclamazione di Jole Santelli, il 15 febbraio del 2020. Stavolta i tempi sono stati più lunghi.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook