Mercoledì, 08 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Assunzioni “bloccate” alla Regione Calabria
LE CONSEGUENZE

Assunzioni “bloccate” alla Regione Calabria

di
La mancata approvazione del Piano triennale dei fabbisogni stoppa ogni procedura concorsuale
assunzioni bloccate, regione calabria, Calabria, Politica
La sede della Regione Calabria a Catanzaro

Assunzioni bloccate e nessun ingresso nella pianta organica della Regione. Sono le prime conseguenze della mancata adozione del Piano triennale dei fabbisogni del personale, atto propedeutico all’arrivo di nuove forze. Non bastasse, la Regione è incorsa nello stop del decreto legge 113/2016 per non avere approvato (doveva essere adottato entro il 30 giugno 2021) nei termini previsti il Rendiconto finanziario dell'anno 2020. Si tratta di sanzioni che comportano il divieto di assunzioni, a qualsiasi titolo, di personale. Solo di recente la Giunta ha approvato il Rendiconto, che ora va sottoposto alla Corte dei conti per la parifica e poi al Consiglio regionale, ormai sciolto. Al momento, in mancanza del Piano assunzionale, non è possibile dare corso all’avvio dei concorsi e tra l’altro non potrà procedersi alla stabilizzazione del personale precario con il rischio, in mancanza di conclusione delle procedure entro il 31 dicembre, di perdere tale opportunità e lasciare senza un risultato concreto tante persone che sono in attesa di tale definizione.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook