Martedì, 03 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Regionali Calabria, il malcontento delle Sardine e di Oliverio
ELEZIONI

Regionali Calabria, il malcontento delle Sardine e di Oliverio

di
La candidatura dem di Amalia Bruni non cancella le critiche alle modalità di selezione
elezioni regionali calabria, Calabria, Politica
L’aula del Consiglio regionale calabrese di Palazzo Campanella a Reggio Calabria

Pd e M5S ripartono dalla scienziata Amalia Bruni per la corsa alle elezioni regionali d’autunno ma se nei 5 Stelle il clima è di soddisfazione, nell’area del centrosinistra non tutti sono contenti di uno scenario che non sembra essere mutato rispetto a quello di qualche settimana fa, con la candidatura, poi tramontata, di Maria Antonietta Ventura. «AL di là della persona, di valore e da rispettare, il problema è che si persevera in un’impostazione sbagliata e verticistica». Non le manda a dire l’ex governatore Mario Oliverio che già qualche giorno fa aveva lanciato un appello-ultimatum al segretario nazionale dem Enrico Letta invitandolo ad avviare in Calabria un’azione ampia, condivisa e partecipata per individuare il candidato. Molto dure le considerazioni della portavoce nazionale delle Sardine Jasmine Cristallo, «per mesi testimone della strategia suicida del centro-sinistra e in particolare del Pd calabrese a gestione commissariale». Cristallo parla di una strategia per «salvaguardare lo status quo e gli assetti di potere locale, come confermato da Nicola Irto che ha parlato di trasversalismo e potere di alcuni feudi».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook