Venerdì, 06 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Magorno (IV): "Porterò in Senato le proposte dei sindaci Recovery Sud"
SOUTH NEW DEAL

Magorno (IV): "Porterò in Senato le proposte dei sindaci Recovery Sud"

Magorno, Calabria, Politica
Ernesto Magorno

"La settimana prossima interverrò nell'Aula del Senato sul 'Recovery Sud', la rete dei Sindaci che intende dare una 'risposta istituzionale alla grave crisi di rappresentanza del Sud'. Si tratta di un'esperienza storica; per la prima volta, infatti, i Sindaci si spogliano di ogni appartenenza politica e si uniscono con un unico fine: rilanciare il Mezzogiorno. Sono tante le idee che mettiamo in campo e che abbiamo sintetizzato in 'Le proposte della Rete dei Sindaci Recovery Sud', documento presentato ufficialmente al presidente della I Commissione Affari costituzionali della Camera, Giuseppe Brescia. Continuiamo a lavorare con entusiasmo, un entusiasmo alimentato dalle continue adesioni quotidiane da amministratori di diverse regioni del Sud".

La rete Recovery Sud intanto approda alla Camera

È già stato consegnato ufficialmente al presidente della I Commissione Affari costituzionali della Camera, Giuseppe Brescia, il documento intitolato "Le proposte della Rete dei Sindaci Recovery Sud", che al momento conta 135 adesioni.

Il coordinamento spontaneo, che intende dare una "risposta istituzionale alla grave crisi di rappresentanza del Sud", elenca tutti i numeri della "condanna a morte" del Mezzogiorno: dai trasferimenti ancora troppo scarsi per servizi come gli asili nido alla distribuzione dei ristori Covid ripartiti in base alla ricchezza fiscale dei territori, dal ridotto turnover di docenti e ricercatori universitari alla riduzione dei posti letto, dal sempre più risicato numero di dipendenti nei Comuni alla spesa sociale procapite diseguale rispetto al Nord, dalla ridotta speranza di vita alla crescita continua del differenziale di reddito certificato dalla Banca d'Italia e dai più importanti istituti di statistica ed economici.

Una vera e propria ingiustizia che sarebbe sufficiente a "giustificare una mobilitazione generale delle popolazioni dell'Italia meridionale per il riequilibrio territoriale del Paese". Per questo i primi cittadini chiedono un confronto urgente al Governo perché prenda in seria considerazione una serie di proposte per il Pnrr, a cominciare dal varo di un "SOUTH NEW DEAL", ovvero un PIANO STRAORDINARIO DI ASSUNZIONI che destini ai Comuni meridionali 5000 giovani progettisti, con una corsia preferenziale per i cervelli in fuga, che dovrebbero aggiungersi ai 60mila dipendenti chiesti dall'Anci per colmare le carenze di organico di tutti i Comuni italiani.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook