Sabato, 18 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Saccomanno: legalità, infrastrutture e trasporti. I tre punti fermi della Lega in Calabria
REGIONE

Saccomanno: legalità, infrastrutture e trasporti. I tre punti fermi della Lega in Calabria

di
Il nuovo segretario regionale del Carroccio nominato da Salvini è già al lavoro. «Non accetteremo chiunque e non faremo accordi al ribasso. I nostri dirigenti e candidati dovranno essere profili specchiati»
lega, Calabria, Politica
L’ex procuratore di Reggio Pignatone riceve da Saccomanno una targa da parte del Rotary Medma

Da qualche settimana Giacomo Saccomanno è il segretario regionale della Lega. Il suo compito è quello di organizzare e mettere ordine nel partito in Calabria. Tutto sommato la mission normale per il segretario regionale di un qualsiasi partito, ma quando Saccomanno ha accettato l’incarico che gli ha offerto Matteo Salvini non pensava che sarebbe stato così difficile. Risulta di tutta evidenza che l’avvocato Saccomanno non può ancora stilare un bilancio, tuttavia può spiegare la sua linea di azione anche in vista del prossimo appuntamento elettorale.
«La Lega non vuole sbagliare – dice –. Vuole presentare in Calabria il suo volto migliore, fatto di persone capaci e cristalline. Abbiamo l’esigenza di cooptare dirigenti e candidati inappuntabili sotto ogni profilo, a cominciare dalla legalità, che per noi è la pietra angolare su cui fondare la Lega in Calabria. Trovare gente capace e onesta, e in Calabria ce n’è tanta, è l’input che mi ha dato il segretario Salvini».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook