Venerdì, 01 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Calabria, sul bilancio regionale arrivano gli strali di Bevacqua: "Manca visione d'insieme"
REGIONE CALABRIA

Calabria, sul bilancio regionale arrivano gli strali di Bevacqua: "Manca visione d'insieme"

Il consigliere regionale del Partito democratico attacca la maggioranza di centrodestra dopo l'approvazione del bilancio di previsione 2021-2023: "E' la riprova documentata dell’inesistenza di ogni strategia per il riscatto della Calabria"
bilancio, calabria, partito democratico, regione, Domenico Bevacqua, Calabria, Politica
Domenico Bevacqua, consigliere regionale del Pd

“Il bilancio di previsione 2021-2023 approvato dalla Giunta regionale è la riprova documentata dell’inesistenza di ogni strategia per il riscatto della Calabria. Per prima cosa, si sarebbe dovuta eliminare quella montagna di crediti divenuti impossibili da riscuotere: la politica deve tornare a parlare il linguaggio della verità. Così come è necessario fare in modo che le aziende sanitarie paghino i fornitori nei tempi di legge. Il giochino del ritardo e dei privati che si ingrassano con gli interessi che maturano è intollerabile”.

Lo afferma il capogruppo del Pd in Consiglio regionale Domenico Bevacqua, che aggiunge:

“Vista l’improvvisazione e il pressappochismo che hanno connotato fino a qui la maggioranza di centrodestra sui temi dell’economia e dello sviluppo, non ci si aspettava nessuna idea originale, ma aver ridotto lo strumento principe di programmazione economica della Regione a un mero esercizio burocratico, è davvero troppo. Manca, inoltre, una visione d’insieme che contempli anche l’utilizzo dei fondi comunitari (sia quelli disponibili che quelli in itinere). Noi l’abbiamo chiesto in tutti i modi e in tutte le sedi istituzionali come spesso, inascoltati: l’unica risposta ricevuta è stata il silenzio”.

Conclude Bevacqua: “Questa maggioranza e la Giunta regionale, dall’inizio della legislatura, inseguendo fantomatiche narrazioni emozionali o disegni di corto respiro, non hanno mai inteso introdurre elementi di netta discontinuità col passato e hanno, invece, scelto di tirare a campare in maniera unilaterale ed autoreferenziale”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook