Martedì, 17 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Calabria, il consigliere regionale Bevacqua positivo: "Si può votare con l'emergenza?"
LA NOTA

Calabria, il consigliere regionale Bevacqua positivo: "Si può votare con l'emergenza?"

regione calabria, Domenico Bevacqua, Calabria, Politica
Mimmo Bevacqua

«Questa è, in primo luogo, la riflessione di una persona che ha 'vissuto' sulla propria pelle gli effetti del Covid-19, che ne sta uscendo a fatica e che, in secondo luogo, è un consigliere regionale e il capogruppo del Pd nell’Assemblea legislativa calabrese. Proprio in ragione della mia sofferta esperienza, ma anche in quanto rappresentante del popolo calabrese, mi sembra semplicemente assurdo che si possa, oggi, fissare per la Calabria la data di una consultazione elettorale senza porre mente alla gravità dell’emergenza sanitaria in atto; e senza avere la più pallida idea dell’evoluzione della curva pandemica nella nostra regione e nel resto del Paese». E’ quanto afferma il capogruppo del Pd alla Regione, Domenico Bevacqua, risultato positivo al Covid, in una «lettera aperta" inviata al presidente facente funzioni Nino Spirlì, al ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia e al ministro della Salute Roberto Speranza.

«Come si può ragionevolmente pensare - prosegue Bevacqua - di svolgere una campagna elettorale in pieno inverno - con gli ospedali che saltano per aria e la conclamata disorganizzazione del Sistema sanitario regionale, inefficace ed inefficiente al punto da indurre il Governo a classificare la Calabria 'zona rossa', mettendo a rischio la salute dei cittadini-elettori? Chi vuole assumersi, sapendo che bisogna garantire il diritto dei calabresi alla piena partecipazione, informata e consapevole la responsabilità di organizzare riunioni, dibattiti, incontri e confronti, col rischio di aumentare le occasioni di contagio e di agevolare la nascita e l’espansione di focolai? Come si potrà chiedere a un cittadino anche soltanto di ricoprire in un seggio le funzioni di scrutatore o di rappresentante di lista?».

«È evidente che, riflettendo con la serenità necessaria e anteponendo l’interesse generale alla polemica politica - sostiene ancora il capogruppo dem alla Regione Calabria - si comprenderebbe come una consultazione elettorale in questo frangente metterebbe in moto un meccanismo assai rischioso e  potenzialmente incontrollabile. Di Covid-19 leggiamo e sentiamo quotidianamente parlare ormai da nove mesi. Abbiamo visto immagini di dolore e sofferenza umana che parevano provenire da luoghi remoti e, forse, abbiamo pensato che avrebbero riguardato sempre e solo altri. Ma quando l’altro, come sta facendo il virus, ti entra in casa, nella mente e nel corpo, allora tutto cambia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook