Giovedì, 29 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Sanità, Vono (IV): "In Calabria non c’è un centro di cardiochirurgia infantile"
LA DENUNCIA

Sanità, Vono (IV): "In Calabria non c’è un centro di cardiochirurgia infantile"

Calabria, Politica
Silvia Vono

Martedì 20 ottobre, alle ore 12.00, nella Sala “Caduti di Nassirya” presso il Senato della Repubblica su iniziativa della senatrice di Italia Viva Silvia Vono, verrà presentato il libro di Francesco Saccomanno “Una storia quotidiana di dolore e malasanità. “Non chiediamo a Dio perché ce lo ha tolto. Lo ringraziamo per avercelo dato.”

“Il libro, - dice la Vono- vuole narrare il grido d’allarme che proviene direttamente da una piccola vittima del sistema “malato”, Giacomo, che ci ha lasciati a nemmeno due anni dalla nascita, attraverso la penna coraggiosa del nonno. I servizi sanitari in Calabria e al Sud, a parte poche eccezioni, devono essere rafforzati e per nessuna ragione possiamo rinunciare ad uno strumento fondamentale come il MES che consentirebbe al nostro mezzogiorno di riallineare le prestazioni sanitarie resto del Paese. In Calabria, in nome di un giustizialismo bieco e di una politica di denunce altisonanti prive di contenuto serio ma lanciate in virtù di un opportunismo ideologico, al grido di “Chi ha sbagliato paghi” si sta imponendo il prezzo da saldare ai cittadini, costretti da oltre 10 anni a subire un regime commissariale che, rincorrendo malamente l'unica direttiva di un risanamento finanziario, ha dimenticato completamente le esigenze e i fabbisogni dei calabresi. In particolare, tra le attenzioni dovute e mancate, è necessario avere un riguardo specifico per la Pediatria in Calabria dove non esiste un centro di cardiochirurgia infantile oltre ai gravi disagi che si riscontrano per le terapie intensive neonatali e pediatriche, i pronto soccorsi pediatrici, le UCCP e le AFT pediatriche. Un impegno politico fattivo che attraverso lo spunto dato dalla presentazione di un libro connotato dall'umanità - conclude la Vono- ci permetta di non rassegnarci al fatalismo del “può succedere” per affrontare concretamente il principio del “non deve più succedere”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook