Sabato, 08 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Consiglio regionale della Calabria, parte la crociata anti-casta del M5s
LA DENUNCIA

Consiglio regionale della Calabria, parte la crociata anti-casta del M5s

di
Alessandro Melicchio, Bianca Laura Granato, Paolo Parentela, Calabria, Politica
Bianca Laura Granato e Alessandro Melicchio

La politica calabrese costa troppo e la battaglia pentastellata contro gli sprechi ora punta dritta allo scioglimento del Consiglio regionale. L'accusa rivolta dai parlamentari calabresi del Movimento 5 Stelle Paolo Parentela, Alessandro Melicchio e Bianca Laura Granato è di violazione dello Statuto da parte di un organo legislativo «tra i più costosi d'Italia». Il paragone è con la Lombardia e a far scattare un'interrogazione parlamentare rivolta alla presidenza del Consiglio e al ministro per gli Affari regionali è stata anche la differenza tra i numeri delle due popolazioni e il loro reddito procapite.

Lo scontro si sciorina sulle norme, ma soprattutto su una questione di principio che ruota tutta attorno al mancato esame di una proposta di iniziativa popolare caldeggiata dai 5 Stelle che se fosse approvata farebbe risparmiare alla Calabria oltre tre milioni di euro.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione della Calabria

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook