Lunedì, 26 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Porto di Catanzaro, allo studio la destinazione delle aree interne alla struttura
IL PROGETTO

Porto di Catanzaro, allo studio la destinazione delle aree interne alla struttura

di

Prenderà forma sulla carta prima di approdare alla versione definitiva e guidarne la futura crescita. Il Piano regolatore del porto di Catanzaro sarà domani al centro di un vertice tecnico a Palazzo De Nobili a cura del settore Urbanistica. Si tratterà di un esame preliminare del documento di pianificazione dell'area portuale della città e che nel corso dei prossimi mesi sarà al centro di confronti fra i settore interessati, come ad esempio il Patrimonio ma probabilmente anche le Attività economiche, prima di arrivare al vaglio del Consiglio comunale.
Il piano altro non è che uno strumento chiamato a individuare i “contenuti” dell'area del porto, assegnando gli spazi per le attività commerciali, per quelle legate alla nautica da diporto, alla pesca, alla ristorazione. Insomma, un documento che dovrà indicare spazi e vocazioni delle varie zone del porto, includendo l'intero waterfront cittadino e la zona del retroporto.

In ballo c'è anche l'interazione fra porto e città, con la sua viabilità ma soprattutto con il suo tessuto economico, in particolare del quartiere marinaro, fatto di commercio, intrattenimento, movida e tutto quello che può ruotare attorno al turismo (alberghi, ristorazione). Senza dimenticare, per fare un altro esempio, la cultura, con il progetto del Museo del mare, per il quale il piano portuale dovrà indicare zona e spazi utili ad accogliere la struttura il cui studio di fattibilità è stato realizzato (e donato al Comune) dal Galata-Museo del mare di Genova.
Del resto c'è un'area importante e strategica da andare a disciplinare, come dimostra l'ambizioso progetto illustrato nei mesi scorsi dal sindaco Sergio Abramo e relativo al completamento da venti milioni di euro. Un progetto per il quale in verità si pensava a un iter molto rapido ma che, invece, sta segnando il passo in attesa che venga sciolto il nodo della valutazione d'impatto ambientale (Via).

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud, edizione di Catanzaro

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook