Lunedì, 26 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
SALVINI PREMIER

Calabria, Invernizzi riunisce la nuova Lega: obiettivo «ricostruire» il partito

di
lega calabria, salvini premier, Cristian Invernizzi, Domenico Furgiuele, Emma Staine, francesca porpiglia, Giancarlo Cerrelli, Giancarlo Giorgetti, Marion Le Pen, Matteo Salvini, Vincenzo Sofo, Calabria, Politica
Salvini

«Ristrutturare» è la parola d'ordine di Cristian Invernizzi, il deputato bergamasco spedito in Calabria da Matteo Salvini con i gradi di responsabile del partito. E così anche in questa regione nasce la “Lega Calabria per Salvini premier” con storia e contabilità nuova - si attende ancora la nomina del tesoriere - e con l'ambizione di rafforzare una leadership all'interno del centrodestra che tutti i sondaggisti gli attribuiscono.

Il format messo a punto da Matteo Salvini e dal suo braccio destro Giancarlo Giorgetti prevede la strutturazione di associazioni autonome su base regionale ma federate tra loro. È questo il modello che Invernizzi illustrerà ai segretari provinciali uscenti e ai coordinatori della città capoluogo in una serie di incontri in programma a partire da domani.

In realtà un primo assaggio di questo nuovo corso già c'è stato nelle scorse ore, a Reggio, dove il commissario della Lega ha incontrato i vertici del Carroccio in riva allo Stretto. Adesso si replicherà a Vibo, Lamezia Terme, Crotone e Cosenza. Con Invernizzi dovrebbe esserci Domenico Furgiuele, il deputato calabrese cui è stato affidato il compito di fare da cerniera tra la “vecchia” Lega e quella che sarà.

Il confronto con i dirigenti locali servirà a sciogliere anche qualche dubbio a riguardo delle Europee. Già, perché nonostante il partito non abbia ancora espresso un'indicazione ufficiale, non mancano le perplessità su alcune fughe in avanti. Qualche esempio: Vincenzo Sofo, il giovane di origini reggine che ha conquistato il cuore di Marion Le Pen, nipote della leader del Front National francese, candidato per un seggio a Bruxelles, è già stato protagonista di alcune iniziative elettorali sul territorio. Stesso discorso vale per il crotonese Giancarlo Cerrelli, divenuto noto per alcune sue posizioni oltranziste su migranti, gay e donne.

Teoricamente in lista ci sarebbero pure Francesca Porpiglia ed Emma Staine. Ma bisogna fare i conti con la legge elettorale: alle Europee è possibile esprimere fino a un massimo di tre preferenze, assicurando l'alternanza di genere. Considerato che in campo, come capolista, c'è pure Salvini si capisce come gli spazi siano diventanti di colpo molto stretti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook