Domenica, 29 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Calabria, cambiano i vertici ma la Zes è ancora nel “pantano”
SVILUPPO

Calabria, cambiano i vertici ma la Zes è ancora nel “pantano”

di
Una sfida per il neocommissario D’Andrea
Calabria, Economia
Il porto di Gioia Tauro

Cambiano i vertici ma la Zona Economica Speciale di Gioia Tauro e della Calabria continua a non decollare. Il 31 marzo è arrivato il via libera della Corte dei Conti al provvedimento del Governo di nomina del commissario Federico Maurizio D’Andrea. Un provvedimento che addirittura era stato licenziato a febbraio scorso e che sembrava aprire una nuova fase dello strumento che in Calabria sta facendo registrare molti ritardi nell’attuazione della missione di sviluppo del territorio e invece a distanza di mesi ancora sembra essere tutto fermo e la Zes sembra essere solo uno strumento sulla carta piuttosto che una fonte di rinascita economica dell’intera regione. Controllando le poche informazioni sui siti istituzionali dell’Agenzia di Coesione, della Regione Calabria e dell’Autorità portuale poco o nulla sembra essere stato fatto. È ovviamente una fase lunga e complicata ma soprattutto di rodaggio per il nuovo commissario che ha dovuto prendere il timone di una struttura che si è caratterizzata per una certa instabilità nella governance ma soprattutto per una poca incisività nelle azioni di mettere in pratica e per le quali era stata istituita.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook