Martedì, 31 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Sviluppo rurale in Calabria, incontro tra la Regione e federazione collegi periti agrari
IL CONFRONTO

Sviluppo rurale in Calabria, incontro tra la Regione e federazione collegi periti agrari

Incontro in Cittadella per suggellare l'intesa e avviare un percorso comune

Un patto di consultazione per definire iniziative finalizzate a sostenere lo sviluppo rurale del territorio calabrese.

Questo il risultato colto al termine dell’incontro, che si è svolto nella Cittadella “Jole Santelli”, tra l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo, e il presidente della Federazione dei collegi territoriali dei periti agrari, Edmondo Minisci, presenti anche il direttore generale del dipartimento Agricoltura, Giacomo Giovinazzo, e i referenti dei collegi territoriali della Federazione: Pasquale Magro e Bruno Battisti per l’area Catanzaro-Vibo-Crotone, Cataldo Di Maio per Cosenza, Domenico Preteroti Domenico Rinaldo per Reggio Calabria.

La riunione, aperta con la presentazione delle finalità e degli obiettivi della neocostituita Federazione, ha consentito di avviare un’approfondita riflessione su una serie di interventi ritenuti utili alla crescita – culturale ed economica – del comparto agricolo.

In particolare, si è condivisa l’opportunità di perseguire gli scopi racchiusi in alcuni dei progetti sottoposti all’attenzione dell’assessorato da parte della Federazione, con specifico riferimento a quello sulla tutela e valorizzazione dell’olio di oliva attraverso mirate campagne di marketing e promozione, anche nel confronto con le esperienze e i prodotti di altre nazioni, per individuare le strategie idonee a consentire alla Calabria di prepararsi alle nuove sfide che il settore vivrà.

Analoga sinergia si è riscontrata, inoltre, sulla proposta di stimolare il coinvolgimento degli studenti dell’ultimo anno degli istituti tecnici agrari e delle organizzazioni dei produttori su percorsi formativi e professionali incentrati sull’utilizzo di tecniche che, mediante il ricorso agli insetti, consentano la difesa con metodi ambientalmente sostenibili di piante ed ecosistemi a rischio.

«Suggerimenti e idee – ha riconosciuto l’assessore Gallo – che si presentano come innovativi e dunque da approfondire perché possano entrare quanto prima in fase attuativa, con la fondamentale collaborazione delle istituzioni affinchè diventino modello universale».

Già calendarizzati, per le settimane a venire, ulteriori incontri per definire i dettagli delle azioni da mettere in campo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook